Risorgimento: due iniziative a Macerata
per ricordare il plebiscito

- caricamento letture

Il 4 e 5 novembre di centocinquanta anni fa anche a Macerata si svolgeva il plebiscito per l’annessione delle Marche al Regno d’Italia. Per ricordare l’evento storico venerdì prossimo (5 novembre), si svolgeranno in città due distinte iniziative: la presentazione, alle 12, in Prefettura del progetto  “L’Italia s’è desta”, mostra itinerante dedicata ai giornali satirici e al Risorgimento promossa in collaborazione con i Comuni di Recanati, Macerata e Montelupone e con il Centro studi Galantara per la satira sociale e di costume, e, nel pomeriggio, alle 17, la presentazione del volume “Le Marche e l’unità d’Italia”, curato da Marco Severini.

Il plebiscito, considerato elemento fondativo del nuovo Stato, si svolse anche a Macerata come grande festa popolare. In città su 5.000 iscritti al voto si recarono alle urne 4.127 elettori (81,48%) con il risultato di 4.104 sì (99,44%), 17 no, e 6 schede nulle.

Tra le iniziative organizzate per celebrare il processo risorgimentale nelle Marche la mostra “L’Italia s’è desta” si basa sulle caricature satiriche, realizzate all’epoca da artisti straordinari e graffianti e pubblicate nei numerosi giornali sorti in Italia dopo la concessione degli statuti del 1848. Costituita prevalentemente da materiale storico documentale (originale oppure riproduzioni) la mostra si basa su vignette pubblicate tra il 1848 e il 1882, anno della morte di Garibaldi, e provengono da collezioni pubbliche e private. I curatori del progetto sono Paola Magnarelli, Marco Severini, Fabio Santilli, Claudio Costa, Alberto Pellegrino, Marcello Verdenelli, Antonio Mele e Leonardo Quintili. La mostra verrà allestita nelle tre località a partire dal marzo 2011.

Il programma dedicato al Risorgimento di venerdì prossimo prevede inoltre la presentazione del volume a cura del professor Marco Severini dell’università di Macerata, “Le Marche e l’unità d’Italia” alle 17 nella sala degli specchi della Biblioteca Mozzi – Borgetti. Interverranno Silvia Bolotti ed Emanuela Sansoni dell’Istituto storico del Risorgimento – Comitato di Ancona, oltre allo stesso Severini. Sarà presente anche il sindaco Romano Carancini.

Il testo offre vari contributi con differenti visuali interpretative attorno al complesso fenomeno (dall’ascolano al pesarese, da Macerata ad Ancona, a Senigallia), spaziando dalla politica all’economia, dalla legislazione penale e civile alla formazione di quel notabilato colto che erediterà le cariche di governo, i ruoli maggiori nell’amministrazione e nelle libere professioni. Attenzione specifica è rivolta anche alla nuova legislazione e agli accorpamenti territoriali che segnano talvolta soluzioni precarie e scatenano rivalità tutt’altro che placate all’indomani del plebiscito che sancirà il processo di unificazione nazionale



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X