La Settempeda attende il Telusiano,
parola a Nardi: “Sarà una battaglia”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Marco-Nardi

Come dirigente accompagnatore vorrebbe… accompagnare la Settempeda, a cui dallo scorso agosto si è legato per un’esperienza dirigenziale più convinta, in 1^ Categoria. Berrettino a visiera lunga stile Afrika Korps del leggendario Erwin Rommel, Marco Nardi (nella foto) non ha perso una partita sulla panchina biancorossa da quando è stato varato il progetto Teloni-Sileoni per riportare i colori biancorossi in una serie più consona al blasone societario. Aria scanzonata ma tempra d’acciaio, Marco si gode il terzo successo di fila del team di Bozzi seduto nella segreteria del Comunale Gualtiero Soverchia, con l’occhio a scrutare ogni possibile variazione dei risultati delle avversarie nei consueti siti che forniscono dati in tempo reale. Di fronte a lui Gianni Scarpeccio, che con Nardi compone la spina dorsale della dirigenza per quanto concerne il settore prima squadra. Alla vista dei responsi delle dirette antagoniste Casette Verdini e Telusiano, battute rispettivamente da Sarnano ed Esanatoglia, la stanchezza lascia spazio nei volti ad un sorriso misurato. “Siamo attenti alle vicende sportive delle nostre avversarie – puntualizza con la consueta eleganza Nardi – ma guardiamo, ovviamente, soltanto in casa nostra. La soddisfazione, dopo il 4-1 rifilato alla Pieve ed i due 3-0 consecutivi, il primo in trasferta a Petriolo a spese del San Marco ed il secondo inflitto a quel Rione Pace Macerata che all’andata ci aveva bastonato con un secco 2-0, è palpabile”. Sabato vi attende il Telusiano per un match decisivo. “Sarà una battaglia, visto il terreno di gioco particolarmente insidioso, già calcato in occasione del recente confronto con il Villa 2003. Possiamo – Marco Nardi, da buon tifoso rossonero per la massima serie, chiude con una battuta che ricorda il risultato di Milan-Cagliari – anche prendere… 3 gol. A patto di realizzarne 4”. Quale sarà la mossa giusta? “Bisognerebbe chiederlo a Bozzi. Io mi limiterò a rispettare il rituale caro al nostro allenatore: visita pre-partita da parte mia il venerdì sera, al termine dell’ultimo allenamento e telefonata di risposta alla altrettanto rituale chiamata di Bozzi, sabato mattina, la mia mezza giornata di riposo da lavoro e calcio”. Poi la Settempeda affronterà il Telusiano con la consueta determinazione sfoggiata nelle recenti gare. Ogni risultato, ora, conta doppio. I play-off bisogna meritarseli non abbassando mai il livello di concentrazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X