Conti: “Ecco le mie condizioni”
Mari: “Alle primarie ci sarò anch’io”

L'ex onorevole chiede un incontro pubblico
- caricamento letture

contigiulio1

di Mauro Montali

e Matteo Zallocco

Lunedì sera i vertici del Pdl hanno confermato la loro decisione di candidare Fabio Pistarelli a sindaco di Macerata. Ma Giulio Conti non ci sta e oggi ha voluto chiarire la sua posizione nel corso di una conferenza stampa. “Innanzitutto non è vero che ho accettato o ho chiesto un posto in Regione. Così come non è vero che sono stato rimproverato da Ignazio La Russa che anzi è un mio carissimo amico ed è stato lui ad impormi all’esecutivo regionale del Pdl che mi aveva escluso. E’ assolutamente falso poi dire che il sottoscritto abbia accettato la candidatura di Pistarelli: io non lo ritengo adatto a fare il sindaco. L’alleanza che ha consentito al centrodestra di vincere le provinciali oggi non c’è, Pistarelli la sta demolendo. Secondo me l’Udc nei prossimi giorni presenterà un proprio candidato, la Destra si deve ancora esporre, e si sta perdendo l’occasione di coinvolgere liste civiche come quelle di Ballesi, Lanciani e Anna Menghi”.
Giulio Conti è poi critico con i coordinatori regionali del partito: “Mentre a sinistra c’è la libertà di scelta attraverso le primarie a destra ci sono imposizioni dall’alto e in particolare di due persone  che neanche conoscono Macerata. E’ poi assurda la volontà di mandare in Regione due consiglieri di Civitanova (Marinelli e Brini) e nessuno di Macerata. Io questo modo di fare politica non lo posso accettare e non posso farmi prendere in giro da Ceroni che continua a definirmi una risorsa. Macerata non può sottomettersi alle imposizioni di Ancona o Civitanova”.
Conti parla poi della riunione di lunedì sera. “Ho detto chiaramente a tutti che quella di Pistarelli è una scelta perdente. Il mio curriculum non è neanche lontanamente paragonabile al suo, dovrebbe continuare a fare il consigliere regionale. Tutti mi danno ragione e allora perché decidono di candidare Pistarelli? Perché è più bello?”
Nei prossimi giorni andrà a Roma con l’onorevole Ceroni? “Andrò a Roma, ma da solo. Riceverò delle risposte alle mie richieste e magari in un secondo momento ci tornerò con i direttivi del Pdl regionale”.
Infine Conti propone un incontro pubblico. “Chiedo un faccia a faccia con Pistarelli in piazza o in teatro. E sarebbe bello coinvolgere a questo incontro anche Giustozzi, Ballesi e Lanciani che, come il sottoscritto, hanno già dato la disponibilità di candidarsi a sindaco. Io voglio aprire a tutti loro, creare una frattura con gli alleati sarebbe lo stesso errore fatto a Fermo dove abbiamo rimediato una batosta storica. Il problema è che sono stati già promessi dei posti come la presidenza del Cosmari e la direzione dell’Apm”.

mari

Intanto Romano Mari ha sciolto le riserve: si candiderà. Contraddicendo quel che diceva fino a due o tre giorni fa (“o c’è il candidato unico o non mi presenterò alle primarie del Pd”), alla fine, sollecitato da molti cittadini ,il dottor Mari si è risolto per il grande passo. “Ho resistito a lungo – dice al nostro giornale- non essendo, peraltro, molto d’accordo con quest’ipotesi di primarie, ma l’impegno civile ha prevalso. Mi aspetta un compito enorme che spero di onorare. Non fosse altro per le attestazioni di stima che ho avuto in questi giorni da centinaia di persone. E parteciperò a queste elezioni con grande senso di lealtà nei confronti degli altri candidati del Pd. Naturalmente, se non dovessi vincere, mi metterò a disposizione del vincitore e del partito. Il mio motto di sempre è:unire non dividere”.
A questo punto i candidati ufficiali rimangono quattro (Carancini, Delle Fave , Mandrelli e Mari). La vicenda Delle Fave rimane al momento un mistero. Aveva promesso “una bomba” ma ancora non è esplosa. Una sua lista autonoma? Forse. Sta di fatto che gli altri tre sono certissimi di partecipare all’agone del 20 dicembre. E infatti stanno ultimando la raccolta delle duecento firme necessarie per la presentazione della propria candidatura.

(Foto di Guido Picchio)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X