Maceratese-Samb
finisce senza gol

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

maceratese-samb foto picchio 10

di Simone Caraceni

Finisce a reti inviolate la sfida fra Fulgor Maceratese e Sambenedettese, classica del calcio marchigiano e incontro clou della quinta giornata del  campionato di Eccellenza.
Punto prezioso per i padroni di casa che hanno disputato una gara di  sacrificio, mantenendosi compatti e molto attenti in difesa: la Samb dal canto  suo ha macinato gioco e occasioni, mancando tuttavia di lucidità  al momento di finalizzare.
Moduli spregiudicati per entrambi gli allenatori: 4-2-3-1 per la Maceratese  con Verazzo e Perrotta sugli esterni, Settecase trequartista e Landolfi unica  punta, Palladini presenta un 4-3-3 che in fase offensiva si trasforma in 4-2-4  con Giandomenico e Zazzetta esterni e la coppia Cacciatore-Gentili in avanti.
Nella prima frazione gli ospiti fanno la partita con autorevolezza e  proprietà  di palleggio, la Fulgor appare timorosa e rinunciataria e subisce  passivamente il possesso palla della Samb. Al 21′ azione manovrata della  formazione di Palladini, cross da destra di Bizzarri per Cacciatore che,  appostato all’altezza dell’area piccola, non arriva per un soffio  all’appuntamento con la sfera.
Cinque minuti dopo ancora Cacciatore, su un lancio dalle retrovie, si infila  in mezzo ai due centrali della Maceratese ma Gentili in uscita bassa precede il  numero nove rivierasco. I biancorossi restano in trincea e non riescono ad  alzare il baricentro: solo negli ultimi minuti della prima frazione la squadra  di Porro alleggerisce la pressione e si fa vedere con una punizione di Perrotta  alzata in corner da Chessari.

maceratese-samb foto picchio 6

Nella ripresa la Samb conserva una certa supremazia territoriale ma concede più campo alle iniziative di una Maceratese più volitiva e vivace nelle  ripartenze: al 58′ Landolfi spalle alla porta, riesce a girarsi e a calciare di  destro costringendo Chessari alla deviazione in angolo.
Ancora Landolfi al 72′ si fa largo in area di rigore, prova a rientrare sul  destro per la conclusione ma Mengo lo contiene rifugiandosi in calcio  d’angolo.
Negli ultimi minuti la stanchezza fa capolino, aumentano le distanze fra i reparti e, di conseguenza, le occasioni: all’81’ Gentili va via di prepotenza  sull’out di destra e mette al centro, corta respinta della difesa locale e  conclusione del nuovo entrato Bianchi che non riesce ad angolare il tiro da  posizione centrale piuttosto invitante.
Il finale è decisamente al veleno: pochi istanti dopo lo scoccare del  novantesimo, Cacciatore fugge sulla fascia sinistra e , appena entrato in area,  viene vistosamente trattenuto da Benfatto che tentava un disperato recupero.
L’arbitro Renzini di Città  di Castello lascia correre tra le vibranti  proteste di tutta la panchina rossoblù: dopo un massiccio recupero, tutti negli spogliatoi per un pareggio che premia la solidità  difensiva della Fulgor e  boccia ancora l’attacco della Samb che non riesce a capitalizzare la notevole  mole di gioco costruita.

MACERATESE (4-2-3-1): Gentili; Romagnoli, Benfatto, Timoniere, Borgiani;
Trillini (80’Gattafoni), Juvalè (76’Ramadori); Perrotta, Settecase, Verazzo
(84’Rossi); Landolfi.
Allenatore: Porro

SAMBENEDETTESE (4-3-3): Chessari; Bizzarri, Pulcini, Mengo, Ogliari; Valente,
D’Aniello, Zazzetta (75’Bianchi); Giandomenico (78’Basilico), Cacciatore
(92’D’Angelo), Gentili.
Allenatore: Palladini

ARBITRO: Renzini di Città  di Castello.

(Foto di Guido Picchio).

maceratese-samb foto picchio 12



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X