Il mercato della Lube
può riservare sorprese

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Lube

di Andrea Busiello

Mancano pochi giorni al mese di Luglio, dove di solito le incognite del volley mercato (la chiusura ufficiale è prevista per il 23) sono tutte cancellate, ed in casa Lube  ci sono ancora diverse situazioni da sciogliere sia in entrata che in uscita. Andiamo con ordine e partiamo ad analizzare ruolo per ruolo come sarà la Lube del prossimo anno partendo dai palleggiatori. Vermiglio riconfermato nel ruolo di titolare così come Monopoli in quello di vice. Anche tra gli opposti non ci sono dubbi: Omrcen titolare e Bartoletti riserva di lusso, come spesso ha dimostrato nel corso delle precedenti stagioni quando è stato impiegato. E fin qui ci siamo. E’ tutto preciso ed in ordine. Poi? Ecco che cominciano alcune incognite, soprattutto nei ruoli del centrale e delle bande perchè per quanto riguarda il libero non ci dovrebbero essere dubbi: Corsano e dietro “Il Maestro” ecco il ritorno di Lorenzo Smerilli, maturato dopo una buona stagione di rodaggio in quel di Catania in serie A2. Sul secondo manca solo l’ufficialità della società ma tutto lascia presagire che il vice di Mirko Corsano sarà il bravo e giovane settempedano fatto in casa Smerilli. Ritorniamo al centro dove la situazione è sicuramente più spinosa. Perso il carioca Rodrigao e con lui sfumato l’acquisto del connazionale Gustavo la situazione è abbastanza stazionaria nel senso che in questo momento il terzo centrale dovrebbe essere Raymaekers, giocatore attualmente sotto contratto con la Lube, il quale però non garantisce quell’affidabilità che potrebbe dare un posto 3 “Pesante” per una squadra come la Lube intercambiabile con i validissimi Lebl e Podrascanin. In questa direzione cercare un centrale di grande valenza non è certo facile anche se i nomi migliori sono certo quelli di Birarelli e Sala tra gli italiani e Bjelica o Millar tra gli stranieri. Al momento attuale è da scartare l’ipotesi che i biancorossi possano attingere da campionati esteri ma su questo buco di mercato le novità potrebbero arrivare tardi, molto tardi. Lasciando in sospeso fino alla fine varie opzioni. Tra cui, ovviamente, anche quella di tenere Raymaekers che non è del tutto da scartare. Andiamo sul discorso inerente le bande dove qui l’affare Murilo ha creato non pochi grattacapi ai biancorossi che al momento dispongono di Cisolla, Martino, Swiderski e Paparoni. Ma sotto contratto ci sono anche Saraceni e Snippe. Iniziamo da Murilo. L’atleta, come noto, ha chiesto espressamente di giocare in Brasile e la Lube di certo non glielo vieterà ma farà sentire la sua voce in luoghi consoni dato che Murilo aveva firmato un congruo contratto con il sodalizio cuciniero. Dunque squalifica o multa salatissima da pagare, ecco le due opzioni di Murilo per liberarsi dalla Lube. Passiamo invece su chi ha creduto nel progetto Lube: Cisolla su tutti. Allo stato attuale delle cose Swiderski, Martino e lo stesso Cisolla sarebbero in lotta per i due posti da titolari con il rientrante Paparoni che partirebbe in sordina ad inizio stagione. Da valutare qui la situazione inerente Swiderski che ancora non si è ben capito se continuerà con la casacca della Lube o se deciderà di tornare in Polonia. I prossimi giorni saranno utili per capire. Passiamo alle due operazioni in uscita sulle bande. Ovvero Snippe e Saraceni. Il primo è praticamente un giocatore di Latina (dove approderà in prestito) ma manca ancora l’ufficialità in merito ed il secondo invece interessa diverse squadre in serie A1 ma ancora non si è ben delineato il suo futuro. La settimana che è appena cominciata porterà in dote diverse novità.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X