«Itts Divini, fate ripartire i lavori:
evitiamo l’ennesima sconfitta dello Stato»

SAN SEVERINO - Il Consiglio d'Istituto e il dirigente Sandro Luciano si dicono amareggiati e delusi per lo stop del cantiere e lanciano un appello alla Provincia e al commissario alla Ricostruzione Guido Castelli

- caricamento letture

IMG_0954-650x488

Il cantiere dell’Itts Divini

di Monia Orazi

«Rivolgiamo un accorato appello al commissario alla ricostruzione, senatore Guido Castelli, e al presidente della Provincia di Macerata, Sandro Parcaroli, proprietaria degli istituti superiori, affinché si adoperino in ogni modo per fare ripartire i lavori e concludere l’opera, ridando speranza ai giovani del territorio e a tutta la comunità; se così non fosse dovremmo assistere all’ennesima sconfitta dello Stato che, pur avendo autorizzato l’opera e concesso il finanziamento, a distanza di ben 7 anni dal sisma, non riesce ancora ad aprire una scuola essenziale per lo sviluppo e il rilancio del territorio». E’ l’appello che arriva dal Consiglio d’istituto dell’Ittis Divini di San Severino per voce della presidente Roberta Ricci e del dirigente scolastico Sandro Luciani, che chiede di sbloccare i lavori.

Il-Dirigente-scolastico-ITis-Divini-Sandro-Luciani

Sandro Luciani

A seguito delle notizie di smantellamento del cantiere si è riunito martedì 27 giugno il consiglio d’istituto, i cui componenti «esprimono profonda preoccupazione, indignazione e rammarico per l’ennesima notizia che i lavori della nuova sede della scuola potrebbero non proseguire. Il consiglio – dicono – non vuole entrare assolutamente nel dibattito politico che si sta sviluppando in questi giorni in città; lo stesso è però costretto a constatare che infiniti ostacoli si sono posti fin dall’inizio alla realizzazione di quest’opera, indispensabile per gli alunni, per il personale scolastico, per le famiglie e per tutta la collettività settempedana. In un momento in cui le aziende richiedono sempre di più diplomati-tecnici da assumere e i cospicui fondi del Pnrr consentono di acquistare nuovi strumenti per la didattica e dare vita a numerosi corsi di aggiornamento per alunni e docenti, i lavori della nuova sede non solo non procedono speditamente, ma rischiano addirittura di fermarsi».

Roberta Ricci e Sandro Luciani concludono evidenziando le criticità del mancato completamento della scuola: «L’ultimazione della nuova palestra non risolve il problema di fondo, che rimane la realizzazione e la consegna dell’edificio principale dove i lavori sono fermi ormai dal novembre scorso. I membri del consiglio d’istituto – aggiungono – si dichiarano amareggiati e delusi, perché un’opera dello Stato, che dovrebbe avere priorità assoluta, deve soggiacere a lungaggini amministrative, incomprensibili ai più, ed ad accordi disattesi tra le parti coinvolte. Il consiglio si è chiesto ripetutamente: “A chi giova se il nuovo Itts Divini non vedrà la luce?” Non certo alla cittadinanza settempedana, né agli abitanti dei comuni limitrofi, in particolare a quelli dell’Alto Maceratese, siamo stati testimoni dell’infaticabile attenzione che il sindaco di San Severino, Rosa Piermattei, ha rivolto in questi anni alla realizzazione della scuola, intervenendo anche per telefono alla seduta del consiglio di istituto».

Restano diversi nodi da sciogliere in merito alla vicenda dell’istituto tecnico: per quali motivazioni il tecnico comunale ingegnere Marco Barcaioni si è dimesso dal ruolo nel febbraio scorso, perché non è stata ancora depositata la variante al progetto e perché all’impresa non è stato pagato lo stato di avanzamento lavori pari al 30 per cento, che ammonterebbe ad oltre due milioni di euro. Tutti temi su cui la struttura commissariale del senatore Guido Castelli ha avviato un confronto con le ditte appaltatrici della costruzione della scuola, come da lui assicurato pubblicamente nei giorni scorsi.

 

«Il Divini è una nostra priorità, la gestione è tornata alla Provincia»

Itis Divini da completare ma il cantiere smobilita: «E il sindaco non informa i cittadini»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X