In centinaia nella basilica di San Flaviano
per l’addio a Marco Simonacci
I figli: «I tuoi valori restano»

RECANATI - Ultimo saluto oggi pomeriggio all'ex direttore della Dermatologia dell'Area Vasta 3 morto a causa di un malore in Spagna
- caricamento letture
funerale-simonacci1-650x488

Simone Simonacci, uno dei figli di Marco, all’uscita del feretro dalla chiesa

di Luca Patrassi

«Quando mi mancherai da morire e non saprò dove trovarti mi basterà parlare con un amico, un paziente, un collega, un parente per sentirti accanto a me e sentire la tua solita pacca sulle spalle, vai Francesco, la vita va avanti»: un lungo applauso accoglie nella cattedrale di San Flaviano le parole di Francesco Simonacci, anche lui medico, che ricorda il padre Marco. Erano in  centinaia oggi pomeriggio a Recanati per l’ultimo saluto all’ex direttore della Dermatologia dell’Area Vasta 3 dell’Asur Marco Simonacci stroncato da un malore in Spagna durante una battuta di caccia.

simonacci

Marco Simonacci

L’ultimo saluto nella sua Recanati a poche centinaia di metri da quel Comune che lo aveva visto pochi mesi fa chiudere il suo percorso professionale con il convegno nazionale della Società italiana di Dermatologia che lo ha visto alla guida, da quel Comune che aveva visto il padre fare il sindaco. Piccola e grande Recanati, nei suoi volti e nei suoi spazi che si aprono all’Infinito, piccola e grande anche la basilica di San Flaviano, piccola per le centinaia di persone che si sono date appuntamento nel pomeriggio per dare l’ultimo saluto a un amico, al medico di fiducia, alla persona impegnata nel sociale che ha sempre avuto la parola giusta per chi gli era accanto, grande la basilica perché ha testimoniato l’amore per un grande recanatese che se ne è andato.

C’erano il sindaco Antonio Bravi, c’erano tanti consiglieri comunali, c’era l’ex presidente di Confindustria Domenico Guzzini, il presidente del centro nazionale di studi leopardiani Fabio Corvatta, c’erano tanti colleghi di Marco Simonacci e tra questi il direttore sanitario dell’Av3 Carlo Di Falco, Emanuele Rossi, Luciano Latini,  Marco Sigona e Giorgio Caraffa, c’erano i rappresentanti di molte associazioni di volontariato.

funerlae-simonacci«Nessuno si aspettava che sorella morte – ha detto don Gabriele Zorzolo, parroco di San Flaviano – bussasse alla porta di Marco, è successo. Noi siamo ancora sgomenti, le domande nel nostro cuore  nella nostra mente sono tante, solo la parola di Dio apre il nostro cuore alla speranza, speranza di vita. Chi sono i beati? Sono coloro che hanno saputo vivere la propria vita guardando Dio, i suoi ideali. Dimenticare di noi stessi per guardare agli altri, andare incontro a chi ha bisogno, saper amare senza cercare il proprio interesse . La vostra presenza qui così numerosa è la testimonianza di quanto bene ha fatto il nostro fratello Marco, non riusciamo a dire oggi di avere un cuore allegro, percéè sentiamo il dolore del distacco, ma sentiamo la gioia interiore che il Signore sa dare ai propri figli. Speranza di vita eterna che vogliamo rinnovare accompagnando nel suo ultimo tragitto terreno il nostro fratello Marco».

Commossa anche la testimonianza dell’altro figlio di Marco Simonacci, Simone (capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio comunale): «Lui era il tipo di una pacca sulle spalle, tranquillo diceva, andrà tutto bene, non diceva altro, non capivo allora. Ho arcato maestri per tutta la vita girando il mondo, invece lo avevo accanto travestito da dottore, da padre. Lui non diceva, agiva. Mio padre è ora davanti alla porta del Paradiso, nudo: l’affetto che avete avuto per lui si è trasformato in tesori, ecco i frutti dell’albero, il vostro amore per Marco è il suo tesoro celeste. Il mio grazie cercherò di esprimerlo nei fatti esprimendo i suoi valori». Infine il saluto del rappresentante della Società italiana di dermatologia che ha ricordato il valore umano e professionale sempre espresso da Marco Simonacci.

Accusa un malore in Spagna, muore il dermatologo Marco Simonacci

Il funerale di Marco Simonacci nella cattedrale di San Flaviano

Simonacci va in pensione, il reparto di Dermatologia perde il suo fondatore

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X