Danni ai palazzi per i lavori alla fogna,
dopo 26 anni accordo bonario coi condomini
«Torneranno sicurezza e decoro»

MACERATA - Ad annunciare la conclusione del contenzioso Starleasing è l'amministrazione comunale. Soddisfatto l'assessore Marchiori: «Siamo riusciti a raggiungere quell’accordo che i proprietari chiedevano da tempo. Lo abbiamo fatto dopo tante riunioni di lavoro senza mai perdere di vista l’obiettivo comune»
- caricamento letture

 

VIA_ROMA_STARLAEASING-3-650x488

L’immobile di via Roma 114 e 116

 

 

Si conclude con un accordo bonario l’annoso contenzioso del Comune di Macerata con la Starleasing.

palazzo-via-roma Ad annunciarlo è una nota comunale: «L’Amministrazione pone finalmente fine al contenzioso Starleasing, sorto nel 1995 con alcuni condomini dell’immobile di via Roma 114 e 116, che aveva visto il Comune condannato sia in primo grado che in grado di appello al risarcimento del danno e all’esecuzione delle opere di ripristino».
I fatti risalgono appunto all’anno 1995 quando, a seguito di lavori di manutenzione straordinaria di una fognatura pubblica, era stata danneggiata la struttura dei fabbricati limitrofi temporaneamente dichiarati inagibili. I proprietari degli immobili, sulla base di consulenze tecniche, fecero causa al Comune e alla Starleasing. Dal 1995 si arriva al 2016 con la Corte di Appello che conferma la sentenza di primo grado di condanna a realizzare le opere di sistemazione a carico del Comune e della Starleasing. Un ricorso tira l’altro e il Comune ricorre in Cassazione.
VIA_ROMA_STARLAEASING-1-325x244Ora l’accordo. «Con l’accordo bonario stipulato dall’Amministrazione Parcaroli  – continua la nota – in questi giorni sono state evitate consistenti criticità che sarebbero emerse per effetto dell’esecuzione della condanna. Il Comune corrisponderà ai condomini la complessiva somma di 300mila euro, a completa soddisfazione delle pretese, anziché far fronte al risarcimento monetario e all’esecuzione di opere complessivamente quantificate in circa 640mila euro. Con l’assistenza dell’avvocato Renzo Tartuferi, incaricato dall’Ente nella fase della pendenza del ricorso per Cassazione, il Comune ha pienamente soddisfatto l’onere su esso gravante di tutela della sicurezza delle persone e di custodia di interessi primari e ultraindividuali. Tutti i condomini, infatti, provvederanno a eseguire le opere necessarie al ripristino dello stabile, estese anche al corpo di fabbricato prospicente su via Cioci che da anni versa in stato di manifesto degrado».

Giunta_Marchiori_FF-9-325x217

Andrea Marchiori

«Abbiamo ereditato un contenzioso annoso e siamo riusciti a raggiungere quell’accordo che i proprietari degli appartamenti chiedevano da tempo – ha commentato l’assessore ai Lavori Pubblici Andrea Marchiori -. Lo abbiamo fatto dopo tante riunioni di lavoro senza mai perdere di vista l’obiettivo comune che era quello di riparare il danno e rigenerare gli immobili. Quella palazzina è stata spesso additata come simbolo di degrado nel cuore della città mentre oggi, con questa soluzione, potrà tornare decorosa nell’aspetto e sicura nella conduzione. L’accordo è manifestamente favorevole per il Comune e non comporterà variazioni di bilancio atteso che la somma è già stata accantonata nel fondo rischi. Ringrazio i proprietari degli appartamenti per la serietà dimostrata e i legali coinvolti nel giudizio per la professionalità con la quale si sono relazionati con l’Amministrazione».

 

Contenzioso Starleasing in via Roma: «Se ci sarà accordo il Comune farà i lavori»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X