Pensiero e Azione difende Iommi
«Ha chiesto scusa, una battuta ingenua»

POLITICA - L'ex lista "Sandro Parcaroli sindaco" interviene dopo lo scivolone social dell'assessore del Comune di Macerata che ha acceso il dibattito
- caricamento letture

 

stefano-settimi

Stefano Settimi, presidente di Pensiero e Azione

 

Lo scivolone social dell’assessore Silvano Iommi continua ad alimentare il dibattito politico estivo. A prendere le parti dell’assessore del Comune di Macerata è Pensiero e Azione (ex lista “Sandro Parcaroli sindaco”) che gli esprime la sua massima solidarietà e invita la sinistra maceratese a «non abbassare il valore della politica per una battuta assolutamente ingenua le cui scuse sono già state prontamente portate nelle sedi opportune, ma a concentrare la sua attenzione su questioni ben più serie di cui la cittadinanza avrebbe bisogno. Una volta ci si preparava agli autunni caldi della politica di sinistra, probabilmente le variazioni climatiche e non solo obbligano la sinistra maceratese ad anticipare i tempi». Il riferimento è alla polemica nata dalle parole dell’assessore Silvano Iommi riguardo il “taglio di 2/3” dipendenti comunali”. «Ricordo – commenta Stefano Settimi, presidente dell’associazione Pensiero e Azione – ai signori della sinistra, (già doverlo ricordare a loro, è alquanto strano) che licenziare un dipendente pubblico è praticamente impossibile se non per cause gravi. Quindi non preoccupatevi che nessuno licenzia nessuno. Inoltre ricordo che questa giunta, compreso l’assessore Iommi, in più riprese non ha perso l’occasione per elogiare i propri dipendenti per il lavoro svolto, cosa che a memoria d’uomo non ricordo la vecchia amministrazione abbia mai fatto. Anzi, nel settembre/ottobre del 2017 la giunta Carancini non perse tempo a deliberare un prepensionamento di 18 dipendenti comunali con un costo per le casse del comune non indifferente, lasciando gli stessi dipendenti con la sensazione di essere stati cacciati. Non mi pare anche in questo caso di aver visto scudi alzati a difesa della dignità di questi lavoratori».

Se la prende coi dipendenti comunali, l’opposizione chiede le dimissioni di Iommi

«La soluzione per l’Ufficio ambiente? Tagliare i dipendenti comunali» Scivolone social dell’assessore Iommi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =