Parcaroli “rassicura” Ricotta:
«L’ex casa del custode sarà museo
ma mancano soldi per allestirlo»

MACERATA - La precisazione del sindaco oggi pomeriggio in Consiglio in risposta all'interrogazione del capogruppo Pd. I dubbi erano nati dopo le dichiarazioni dell'assessore Silvano Iommi che si era detto contrario alla destinazione
- caricamento letture
casa-custode-giardini

L’ex casa del custode ai Giardini Diaz

 

Museo sì, museo no, alla fine è stato il sindaco di Macerata Sandro Parcaroli a mettere fine al balletto di ipotesi e dichiarazioni sulla destinazione della ex casa del custode dei Giardini Diaz. «La ex casa del custode ospiterà il museo di Scienze naturali. Ma non sono previsti soldi per l’allestimento e dobbiamo trovarli», ha detto oggi Parcaroli, in risposta a Narciso Ricotta (capogruppo Pd), che chiedeva appunto conto degli spazi. L’appalto e la destinazione erano stati indicati dalla precedente amministrazione, i lavori sono in corso con la nuova Giunta.

parcaroli

Sandro Parcaroli durante l’interrogazione online

Gli assessori appena insediati però si erano inizialmente contraddetti sulla destinazione dell’ex casa del custode. Andrea Marchiori (Lavori pubblici) aveva annunciato i lavori per ospitare, come da idea iniziale, il museo di Scienze naturali. Mentre Silvano Iommi (Urbanistica) aveva invece espresso contrarietà all’ipotesi. Da qui la domanda di Ricotta: «Cose intendete fare?». E la risposta di Parcaroli. Il problema sarebbe quindi ora trovare i fondi per l’allestimento del museo. «Ci riserviamo di approfondire la questione dell’allestimento – ha detto il sindaco -, valutandone ogni aspetto, non essendo prevista una somma destinata nel quadro tecnico economico».

ricotta

Narciso Ricotta

Soddisfatto della risposta Ricotta: «Il fatto che venga confermata quella come sede e venga smentita l’idea dell’assessore Iommi, che evidentemente ha espresso una posizione personale, mi rende pienamente soddisfatto». E poi suggerisce per l’allestimento «l’elaborato dell’architetto Schiavoni che prevede una soluzione con apparecchi gitiali per circa 300mila euro».

(Fe. Nar.)

Casa del custode, Iommi mette in guardia: «Inadatta al Museo di storia naturale»

Restyling dell’ex casa del custode, lavori al via ai Giardini Diaz



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X