Flash mob di Fdi:
«Basta carneficina
su imprese e partite Iva»

ANCONA – La protesta è andata in scena questa mattina davanti alla sede dell'Agenzia delle Entrate per chiedere lo spostamento delle scadenze fiscali
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

fdi

Il flash mob di Fdi

 

Imprese e partite Iva in ginocchio a causa delle misure restrittive imposte dal Covid: Fratelli d’Italia organizza un sit-in davanti alla sede regionale dell’Agenzia delle Entrate, ad Ancona. La protesta è andata in scena questa mattina dal momento che, proprio oggi, scadono i termini per i versamenti Iva e dei contributi Inps e Inail. «Nessuno che ha avuto delle perdite si sarebbe dovuto trovare nella situazione di pagare un euro», tuonano i consiglieri regionali di Fdi, affiancati dalla neo deputata Lucia Albano, subentrata al governatore Francesco Acquaroli. Il partito di Giorgia Meloni rilancia la proposta dell’unificazione degli anni fiscali 2019-2020 e lo spostamento di ogni scadenza, con la possibilità di compensare gli utili del 2019 con le perdite del 2020: una misura da applicare non per codici Ateco, ma sulla base dell’effettivo calo di fatturato. «Siamo vicini agli operatori economici, artigiani, commercianti, imprese di servizi, di ristorazione e di tutti i settori colpiti dalle misure anti-Covid – il commento del capogruppo regionale Carlo Ciccioli –, che così come articolate sono non solo vessatorie e penalizzanti, ma soprattutto prive di buon senso e di capacità di affrontare i problemi, risolvendoli. Se insieme all’emergenza sanitaria non affrontiamo anche l’emergenza economica, tra qualche mese scoppierà una crisi sociale senza precedenti».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X