«Seguiamo il modello tedesco
per erogare i finanziamenti:
saremo rapidi ed efficaci»

RIPRESA - Il governatore Luca Ceriscioli sullo stanziamento da 210 milioni di euro: «Anche per gli aiuti alle imprese useremo criteri semplici e pagamenti immediati. Poi faremo i controlli». Il segretario regionale Pd Gostoli: «Marche un modello per gestione emergenza e ripartenza»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

covid-hospital-nella-fiera-ultimato-bertolaso-ceriscioli-ciarapica-civitanova-FDM-13-650x433

Il governatore Luca Ceriscioli

 

di Luca Patrassi

Ieri la delibera di giunta regionale e nelle prossime ore la piattaforma della Regione Marche metterà online tutti i bandi con relative misure e modalità di accesso ai finanziamenti. Circa 210 i milioni che la Regione ha messo in campo disseminati in molti settori ed aperti a una platea molto vasta. Una cifra importante nel suo complesso, ma pure occorre considerare che tante sono anche le persone in attesa di un sostegno per guardare oltre l’ostacolo. Sui tempi il governatore Luca Ceriscioli ha mantenuto quanto promesso poche settimane fa: «Stiamo rastrellando il bilancio e contiamo di arrivare a 210 milioni. Lo faremo con l’assestamento di bilancio: mi piace rilevare che non si tratta di mie semplici dichiarazioni, di annunci ma di azioni concrete, non lavoriamo per atti amministrativi. Altrove ho sentito tanti annunci di stanziamenti più importanti dei nostri, ma fondi zero. Noi stiamo lavorando all’erogazione di finanziamenti sul modello tedesco, giusto l’indicazione dell’iban per gli accrediti. Anche per gli aiuti alle imprese per gli acquisti del dispositivi di sicurezza saremo rapidi ed efficaci: criteri semplici, sportello e pagamento immediato». Ora appunto la pubblicazione della delibera ed il via all’accesso dei finanziamenti: per la prima volta la burocrazia è costretta ad utilizzare quasi sempre la parola autocertificazione. Erogazioni veloci, poi i controlli. Unico neo: il ricorso ai tanto contestati “click day” come criterio per la liquidazione delle pratiche. Vero è che si era promesso di far tutto, velocemente e subito ma la procedura del “click day” crea una disparità di fatto tra persone e tra territori più o meno connessi, tra reti più veloci o meno. Sull’azione della giunta regionale è intervenuto anche il segretario regionale dem Giovanni Gostoli: «La Regione Marche è stata tra le regioni migliori a gestire l’emergenza sanitaria e poi un modello nella ripartenza della fase due: prima con i protocolli per le riaperture graduali e in sicurezza, adesso con gli aiuti economici. Mentre la destra è chiusa nei Palazzi romani a litigare sulla candidatura a Presidente, noi pensiamo ai marchigiani con concretezza e serietà. Molto bene gli oltre 210 milioni stanziati dalla Giunta regionale che insieme alle risorse del Dl Rilancio del Governo italiano rappresentano un grande sostegno a lavoratori, famiglie e imprese colpite dall’emergenza economica causata dal Covid. Una montagna di risorse, tra quelle regionali e nazionali, per non lasciare solo nessuno».

Arrivano 39 milioni per posti letto in terapia intensiva e sub intensiva A Civitanova 100mila euro per l’immagine



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X