«Tratto di mare inquinato»
Divieto di balneazione a Porto Recanati

STOP AI TUFFI nella zona 300 metri a nord della foce del fiume Potenza. L'ordinanza del sindaco è stata emessa dopo che l'Arpam aveva riscontrato livelli oltre il limite di escherichia coli e enterococchi intestinali
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
sindaco-roberto-mozzicafreddo-archivio-arkiv-porto-recanati-FDM-3-325x217

Il sindaco Roberto Mozzicafreddo

 

Troppi batteri in acqua, scatta il divieto di balneazione a Porto Recanati. Ad emettere l’ordinanza il sindaco Roberto Mozzicafreddo. Il divieto, entrato in vigore venerdì, riguarda il tratto 300 metri a nord della foce del fiume Potenza, per una lunghezza di 350 metri. Un provvedimento che si è reso necessario dopo che l’Arpam aveva comunicato all’Ente «il superamento del valore limite dei parametri microbiologici escherichia coli e/o enterococchi intestinali». Tra le prime ipotesi sulle cause di questa presenza massiccia di batteri ci sono le abbondanti piogge dei giorni scorsi. Nelle acque antistanti il tratto di spiaggia interessato continueranno a essere svolti gli accertamenti qualitativi da parte dell’Arpam, qualora le successive analisi dovessero dare esiti favorevoli, sarà poi una ulteriore ordinanza del primo cittadino a dare il la alla riapertura dei tratti di costa alla balneazione. Leggi qui l’ordinanza di divieto.

 

 

 

L’ombrellone tira sempre, ma il brodetto è per pochi

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X