facebook twitter rss

Oltre 400 dosi di eroina:
in tre a processo per spaccio
Cliente costretta a subire atti sessuali

IL SODALIZIO composto da pakistani è accusato di aver ceduto un ingente quantitativo di droga tra Porto Recanati e Potenza Picena a un gruppo clienti fidelizzati in poco più di un anno
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
129 Condivisioni

L’avvocato Simone Matraxia

 

Oltre 400 dosi di eroina vendute in appena un anno a un gruppo di clienti fidelizzati di Porto Recanati e Potenza Picena. Con prezzi più o meno standard: 20/30 euro per mezzo grammo, 50 euro per un grammo e 90/100 per due grammi. Con l’accusa di spaccio in concorso oggi sono stati rinviati a giudizio dal gup Giovanni Manzoni del tribunale di Macerata tre pakistani senza fissa dimora: Shabbaz Alì, 32 anni, Shahid Muhammad Rana, 40 anni e Matloob Hussain di 41 anni. Tutti e tre difesi dall’avvocato Simone Matraxia. I primi due devono rispondere anche di violenza sessuale nei confronti di una cliente, perché dopo averle ceduto una dose di cocaina l’avrebbero costretta a subire atti sessuali, in particolare mentre uno la teneva ferma impedendole di andare via, l’altro la palpeggiava. Secondo l’accusa, sostenuta in aula dal pm Vincenzo Carusi, i tre gestivano una vera e propria base piazza di spaccio. I fatti risalgono nel periodo a cavallo tra il 2016 e il 2017. Gli ordini di droga dai clienti arrivavano su due cellulari in possesso del terzetto, quindi si procedeva con le consegna in luoghi prestabiliti, con uno dei tre che in diverse occasioni aveva il compito di svolgere il ruolo di palo. Il gup li ha rinviati tutti e tre a giudizio, disponendo che il processo si svolga in composizione collegiale. Prima udienza a maggio.

(redazione CM)

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X