facebook twitter rss

Carancini si veste da Babbo Natale,
sotto l’albero annuncia il regalo:
«Il 7 gennaio nuove scuole aperte»

MACERATA - «Ci impegniamo a riportarvi lì» ha detto agli alunni di Dante Alighieri e Mestica il sindaco durante l'accensione delle luci questa sera in piazza della Libertà. Illuminati albero e piazza ma per la pista di pattinaggio sul ghiaccio bisognerà aspettare domani. Ad accompagnare il pomeriggio i Pueri Cantores. LE FOTO
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
206 Condivisioni

Romano Carancini insieme ai bambini durante il conto alla rovescia

 

di Federica Nardi (foto di Fabio Falcioni)

Il regalo di Natale del sindaco Romano Carancini è servito: «Ci impegniamo a riportarvi dentro le scuole il 7 gennaio». “Giubba” rossa e scenario ideale, Carancini come un moderno Babbo Natale (mancava solo la lunga barba bianca) ha lanciato così la data in cui l’amministrazione spera di riaprire le scuole Dante Alighieri e Mestica, ricostruite dopo il terremoto alle ex Casermette in via Roma.

Romano Carancini insieme a Veronica, che ha annunciato la data del 7 gennaio

L’annuncio vero e proprio l’ha fatto Veronica, una delle alunne della Mestica, chiamata al microfono dal primo cittadino. Nessuna conferma ancora sulla presenza o meno all’inaugurazione del premier Giuseppe Conte (leggi l’articolo). La novità è arrivata quasi al termine della tradizionale accensione delle luci di Natale in piazza della Libertà, accompagnata quest’anno dal conto alla rovescia dei bambini che sul palco rosso sotto l’albero e in compagnia dei Pueri Cantores, hanno lanciato al grido di “luce” l’accensione di albero e piazza. Non mancano i mercatini, già attivi, mentre per la pista di pattinaggio sul ghiaccio (che in realtà è fatta di un materiale sintetico) bisognerà aspettare domani per un ritardo operativo che non ha permesso di inaugurarla oggi.

Romano Carancini in versione Babbo Natale

Romano Carancini con Claudio Ricci, che ha presentato l’evento

 

«Diamo ai bambini il senso del valore del Natale e della festa – ha detto Carancini -. Senza ostentazioni o spese eccessive, credo che questo sia un modo per ritrovare la comunità fatta di generazioni diverse. Quest’anno abbiamo scelto il tema “Tornare bambini”. Vuol dire tornare ai valori semplici, spontanei e che allontanano l’aria di avere degli avversari o dei nemici o delle persone da combattere. Auguri di Buon Natale e buon anno sperando che il 2020 ci porti un po’ più di bellezza dello stare insieme, cercando di ritrovarci intorno alle persone che hanno più bisogno».A questo proposito Carancini ha citato «il compleanno del Centro di ascolto di Macerata, che in questi giorni compie 30 anni», invitando a ritrovare «il senso di voltarsi verso chi non ha la nostra stessa fortuna».

Il calendario invernale di Macerata propone 80 eventi a partire da domani, con l’inaugurazione alle 18 della mostra di Ars In Fabula agli Antichi Forni in piaggia della Torre. La pista per pattinare sul ghiaccio aprirà domani, con orario, fino al 23 dicembre, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 22 i sabati e le domenica, aperta invece dalle 15 alle 22 negli altri giorni della settimana. Dopo il 23 dicembre orario dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 22 fino al 2 gennaio, ultimo giorno di apertura della pista. I Pueri Cantores, che oggi hanno incantato il pubblico con alcuni brani natalizi, si esibiranno il 25 dicembre nella chiesa del Sacro Cuore alle 17,15. Presenti oggi anche il Circolo fotografico della provincia di Macerata.

 

 

Macerata d’Inverno si presenta, pista di pattinaggio con ghiaccio sintetico «Un Natale amico dell’ambiente»

Ex Casermette, Conte taglierà il nastro La data resta un’incognita



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X