Gino Giometti


Utente dal
16/6/2019


Totale commenti
24

  • Parcaroli a spasso tra le auto
    Il parcheggio in piazza si riempie

    1 - Nov 6, 2020 - 20:58 Vai al commento »
    L'intervento di Rodolfo Sperandini rivela un equivoco fondamentale in cui continuano a cadere gran parte dei maceratesi. A Macerata non sono state eliminate le isole pedonali, ma è stata sospesa la ZTL. E' stato cioè aperto il passaggio di via Gramsci ai non residenti, e introdotti, logicamente, venti nuovi parcheggi in una piazza inutilizzata. Era un percorso già trafficato da residenti, autobus, corrieri ecc., in termini di "smog" cambia pochissimo. E le aree pedonali in cui passeggiare, al momento, sono intatte. Inviterei i cittadini, soprattutto quelli appartenenti alla sinistra più dogmatica, di risparmiarsi le esternazioni ecologiste alla Adriano Celentano e di cominciare a fare proposte concrete per cercare di resuscitare un centro storico demolito dal regime caranciniano.
  • Primo giorno senza Ztl a Macerata
    «Anni di asfissia, ora il centro respira»

    2 - Nov 1, 2020 - 21:08 Vai al commento »
    Si pone fine al provvedimento assurdo preso da Carancini e la sua giunta subito dopo il terremoto. Forse, vista la situazione, aveva più senso aprire la ztl H24. Dall'altro lato, però, occorre una politica per RISANARE e RAFFORZARE le ISOLE PEDONALI cosa che la sinistra non è stata in grado di fare, correndo dietro ai suoi dogmi come fanno Iesari, e Cicaré ma anche Cherubini. Sarebbe opportuno che Parcaroli e i suoi assessori ci consultassero, in quanto abbiamo idee sul Centro storico messe su carta da mesi. (Gino Giometti, membro del comitato "Le isole").
  • «Più autobus in città»,
    ordine del giorno in Consiglio
    di “Macerata bene comune”

    3 - Nov 4, 2020 - 2:22 Vai al commento »
    Stefania Monteverde e i gruppi di centrosinistra che hanno firmato questo appello (sì, proprio quelli "verdi" e "inclusivi") dovrebbero in primo luogo fare ammenda per la politica dei trasporti fatta dalla scorsa amministrazione, per cui gli studenti si ritrovano: 1) tariffe abbonamento fra le più alte d'Italia; 2) abbonamenti senza alcuna flessibilità, cosa che aumenta a dismisura i costi: per es. l'assenza di un abbonamento mensile per gli studenti e la mancanza di un abbonamento "al portatore" per gli accompagnatori degli studenti più piccoli. E intanto deportavate le scuole alle Casermette!
  • Pini verso l’abbattimento al Campus,
    l’appello al nuovo sindaco:
    «Fermi lo scempio iniziato da Carancini»

    4 - Ott 7, 2020 - 12:46 Vai al commento »
    Da più di tre anni io, Milena Ibro e pochi altri, denunciamo lo scempio portato alla città nel tessuto e nell'identità da questa "grande opera" che Carancini considerava il suo fiore all'occhiello (tra l'altro pregherei il nuovo sindaco di cancellare la denominazione "Campus", nome improprio per una scuola primaria derivante dal "Latinorum" anglofilo della scorsa amministrazione). Adesso i nodi cominciano a venire al pettine e sarebbe utile correggere la rotta. Del resto molte cose fatte dalla giunta Carancini andrebbero smontate pezzo per pezzo per riportare questa città a un grado minimo di civiltà. Nel frattempo, ultima impresa del PD regionale, nonostante la città lo abbia sonoramente bastonato, Carancini passa all'incasso in regione, cosa che mette in evidenza la politica come il regno dell'ingiustizia (e inoltre mette in pericolo Macerata: adesso egli potrebbe fare danni alla città dalla regione.)
  • L’eredità di Carancini in 140 pagine
    «Dal 2010 città profondamente migliorata»

    5 - Ago 3, 2020 - 17:41 Vai al commento »
    L'impresa maggiore di questi dieci anni è la totale DESERTIFICAZIONE del Centro storico che sta causando la morte delle aree pedonali. Essendo ormai chiuse tre attività commerciali su quattro, le aree pedonali restano prive dei principali presidi a garanzia del decoro, della sicurezza e della socialità e la trasformazione del Centro storico in semplice dormitorio è pressoché compiuta. A ciò ha concorso ampiamente la DEPORTAZIONE delle scuole del centro storico in periferia, non compensata nemmeno dalla ristrutturazione del Convitto per cui i lavori, pur essendoci i soldi dal 2018, non sono neppure stati appaltati. Da menzionare infine la trasformazione del polmone verde del Centro storico in una stazione degli autobus, la cacciata da Macerata di una squadra di pallavolo più volte campione del mondo (ora il nome che gira nel mondo è quello di Civitanova Marche), il fiasco di Macerata Digitale, e il capolavoro di efficienza: non riuscire a costruire in 10 anni una piscina. Davvero, per raccontare tutto ciò valeva proprio la pena pagare una brochure 46.000 euro.
  • La politica nell’arena dei commercianti
    «Le loro proposte non ci soddisfano,
    grave l’assenza del Pd»

    6 - Lug 7, 2020 - 19:40 Vai al commento »
    Questa iniziativa rientra fra i diversivi per NON FARE NULLA nell'estate più catastrofica per il commercio dal dopoguerra a oggi. Dopo l'estate forse un terzo delle attività avranno chiuso i battenti. Gli interventi sulla viabilità in centro storico e corso cavour andavano fatti da maggio. Così si getta solo fumo negli occhi ai commercianti (e in molti purtroppo ci cascano)
  • “Lo véllo de Macerata”,
    un nuovo modo di guardare la città
    con la segnaletica interattiva

    7 - Giu 28, 2020 - 16:09 Vai al commento »
    L'amministrazione che ha trasformato il centro storico in un deserto, ora (non contenta del fiasco di Macerata digitale, di cui nessuno chiede conto), propone una guida interativa all'ammasso di ceneri che ci lascia in eredità. Ancora una volta, senza nemmeno consultare le forze culturali ed economiche attive nella città. Complimenti davvero, soldi buttati dalla finestra e figuraccia d'immagine.
  • Poker sul tavolo del centrosinistra,
    gli assi nella manica dei candidati
    (Il video del confronto)

    8 - Feb 14, 2020 - 17:53 Vai al commento »
    Il livello è quello che è. Fatto sta che a Macerata le persone che potrebbero prendere in mano le redini della situazione, anche fra i "notabili", hanno deciso da tempo di disinteressarsi della cosa pubblica. Queste primarie, da cui, dato che il fronte opposto è allo sbando, potrebbe uscire il nome del prossimo sindaco, sono una vera occasione mancata. Tutti i candidati sono in continuità con l'amministrazione precedente, che in dieci anni ha ridotto orgogliosamente il centro storico a un deserto: e intendo dire TUTTI E QUATTRO. E ognuno di loro avrà il suo bravo posticino nella prossima amministrazione. Avanti così.
  • Un Convitto d’interessi

    9 - Gen 24, 2020 - 10:56 Vai al commento »
    Nel 2017 la Monteverde disse alle classi della Mestica che ai Salesiani intendevano trasferire un'altra scuola. Di che scuola si trattava? E perché far partire i lavori per il Convitto in una cosiddetta "fase due"? Ci sono progetti sotterranei in corso da anni. Ma nel frattempo si sono deportati più di mille studenti in mezzo ai cantieri aperti delle Casermette.
  • Convitto, Monteverde: «Si farà il bando»
    Miliozzi: «Siano mantenute le promesse»

    10 - Gen 22, 2020 - 21:05 Vai al commento »
    La delibera è del 10 maggio 2018 e ancora non avete fatto il bando? Come mai? Quando, nel 2017, Stefania Monteverde annunciò alla Mestica che sarebbe stata deportata alle Casermette, disse anche esplicitamente che lì, presso i Salesiani, l'amministrazione intendeva mettere un'altra scuola. Di che scuola poteva trattarsi?
  • Convitto, coro di no al trasloco
    Carancini rassicura e punta il dito:
    «La Provincia si è disinteressata»

    11 - Gen 22, 2020 - 2:44 Vai al commento »
    Il terremoto è del 2016. Per sistemare il Convitto, viene detto nell'articolo, ci vogliono due anni. Ci sono 7 milioni di euro. Perché il Convitto, nella sua sede "madre", non è già pronto per riaccogliere i suoi studenti? Dove stavano Pantanetti e Messi quando l'unico obiettivo dell'amministrazione era deportare la Mestica alle Casermette?
  • Convitto verso il trasloco ai Salesiani,
    i genitori non ci stanno

    12 - Gen 20, 2020 - 19:22 Vai al commento »
    Il piano era questo fin dall'inizio: togliere ai Salesiani la Mestica per fare la speculazione edilizia alle Casermette, ma dare loro in cambio il Convitto. Altrimenti non si spiega l'assurdità di non iniziare i lavori di ristrutturazione al Convitto pur essendoci sette milioni. Responsabili anche le opposizioni che non hanno fiatato quando il piano di deportazione della Mestica è partito.
  • Il pass o la navetta, genitori disorientati:
    «Troppa fretta e poca chiarezza»
    Da martedì rischio caos alle Casermette

    13 - Gen 5, 2020 - 16:49 Vai al commento »
    Piergiorgio Ciarlantini, conta anche il luogo in cui si costruiscono gli edifici. Non è un bene in sé costruire due nuovi edifici antisismici. In questo caso si priva il centro storico delle scuole primarie, non capisco cosa possa esserci di positivo. Va contro ogni logica urbanistica e di salvaguardia dell'identità della città, ed è quindi spreco di denaro pubblico.
  • Campus scolastico alle ex Casermette,
    «l’infanzia si trasferirà più avanti»

    14 - Gen 1, 2020 - 16:48 Vai al commento »
    GIANFRANCO CERASI, i nostri amministratori, ignorando che un Campus è un plesso universitario statunitense, hanno pensato che, siccome stavano deportando le scuole del centro storico in mezzo ai campi, il risultato si doveva chiamare Campus (o GamBus, come dicono loro)
    15 - Gen 1, 2020 - 16:44 Vai al commento »
    Carancini all'assemblea con i genitori ha mentito. Gli è stato chiesto perché tutta questa fretta nell'aprire le scuole, e lui ha dichiarato espressamente: PERCHE' I LAVORI SONO TERMINATI. Adesso scopriamo che la scuola è ancora un cantiere aperto. Il che significa che, per motivi elettoralistici, i bambini vengono mandati in un luogo non sicuro.
  • Macerata ha le nuove scuole
    La corsa dei bambini: «Bellissime»
    Taglio del nastro con il Qatar (VIDEO)

    16 - Dic 22, 2019 - 16:09 Vai al commento »
    Il fatto che obblighino i bambini a cantare "Imagine", inno anarchico e libertario, di fronte ai rappresentanti di una dittatura oscurantista, è un paradosso che mette tristezza. Ma il punto centrale resta l'abuso di cui i maceratesi purtroppo poco si occupano: la deportazione in estrema periferia delle scuole primarie del centro storico. Quando si comincerà a parlare di questo, sarà sempre troppo tardi.
    17 - Dic 21, 2019 - 13:38 Vai al commento »
    Bello, sembra di essere nella striscia di Gaza. Sul fango e fra le ruspe. Please, SMETTETE DI CHIAMARLO CAMPUS. Un campus è un plesso universitario statunitense.
  • Ex Casermette, i nodi da sciogliere
    Conte non sarà all’inaugurazione,
    arrivano i benefattori del Qatar

    18 - Dic 14, 2019 - 15:32 Vai al commento »
    Il 21 fanno l'inaugurazione a cantiere aperto, e vogliono aprire il 7. I nodi del traffico sono tutti da sciogliere. Per avere un trofeo pre-elettorale mettono più di mille bambini in una situazione precaria e forse anche pericolosa.
  • Carancini si veste da Babbo Natale,
    sotto l’albero annuncia il regalo:
    «Il 7 gennaio nuove scuole aperte»

    19 - Nov 30, 2019 - 20:58 Vai al commento »
    Per motivi elettoralistici mettono in atto la deportazione della Mestica alle Casermette a metà anno, senza sistemare la viabilità, pare non ci sia nemmeno la mensa, costringendo più di mille famiglie a rivoluzionare l'organizzazione logistica della loro vita. Violenza inaccettabile soprattutto sulle famiglie del Centro storico, a cui la Mestica apparteneva. E lo spacciano ovviamente per un grande successo. Complimenti.
  • Chi vorresti come sindaco nel 2020?
    Il toto nomi al mercato (VIDEO)
    Le donne chiedono rappresentanza

    20 - Dic 21, 2019 - 12:44 Vai al commento »
    Opinioni agghiaccianti. Spero non siano rappresentative della città.
  • Macerata, addio a Max Mara
    Giù le saracinesche dopo 25 anni

    21 - Set 16, 2019 - 20:18 Vai al commento »
    Ennesimo "successo" di questa amministrazione. La situazione è ormai irreversibile. Ma resta urgente: 1) riaprire il centro storico al traffico 24 ore su 24, creando un parcheggio in piazza della libertà. 2) Riportare scuole e uffici in centro storico. 3) progettare incentivi REALI e SENSIBILI per tutte le attività NON di ristorazione presenti e future in centro storico.
  • Dante Alighieri e Mestica:
    navetta o bus per gli studenti

    22 - Ago 24, 2019 - 18:46 Vai al commento »
    Per la Mestica prevedono solo il rimborso per i bus di linea. Quindi questi geni, dopo aver deportato le scuole del centro storico alle Casermette, compresa materna e elementare, pretendono che un bambino di 5/6 anni prendano da soli la corriera di linea per andare e tornare da scuola. Complimenti.
  • Cantiere delle scuole alle ex Casermette,
    la visita del presidente Ceriscioli:
    «Un passo avanti nella ricostruzione»

    23 - Lug 11, 2019 - 20:42 Vai al commento »
    Molto grave che il presidente della Regione fiancheggi un'operazione sconclusionata e anti-economica come quella delle Casermette, che fra l'altro blocca da anni gli interventi che sarebbero necessari nel resto delle scuole della città. Appoggiando le imprese di questa giunta, il PD regionale non mostra certo di aver cambiato pelle.
  • Supermercato davanti alle scuole,
    polemiche sulle ex Casermette:
    «Una scelta assurda»

    24 - Giu 17, 2019 - 18:45 Vai al commento »
    Mi è tuttora incomprensibile il fatto che la deportazione alle Casermette dell'unica grande scuola cui fa capo il centro storico, cioè la Mestica, sia stata così scarsamente contrastata in città. Adesso nemmeno rispettano i tempi prospettati, e non solo: la Casoni ha dichiarato che si comincerà a lavorare al ripristino delle altre scuole, tipo il Convitto, solo DOPO che sarà terminata l'edificazione delle scuole delle Casermette. Che motivo c'è, dato che anche i soldi per il Convitto sono già stanziati? Forse temono che la Mestica non avrà gli iscritti sperati e per questo tengono immotivatamente le classi del Convitto in situazione di precarietà?
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy