Allarme hacker in provincia:
violati account Facebook e Instagram,
diffusi messaggi pro terrorismo

IN RETE - Diverse segnalazioni alla polizia postale di Macerata. I profili interessati sono stati chiusi dai gestori dei social a causa della pubblicazione di post in lingua araba con riferimento all'Isis
- caricamento letture

 

hacker-deep-web

 

Profili Facebook o Instagram hackerati e usati per diffondere messaggi in lingua araba, collegati al terrorismo. Scatta l’allarme in provincia, diverse le segnalazioni in mattinata giunte alla polizia postale di Macerata. Un fenomeno quindi già abbastanza diffuso che vede gli utenti alle prese con l’impossibilità di entrare all’interno dei social e con la risposta del gestore che il profilo è stato disabilitato. Sono così i contatti, interpellati dall’utente, ad informarlo che nel suo profilo sono comparsi messaggi in arabo. Il gestore quindi, dato che il significato dei messaggi è chiaramente inneggiante al terrorismo con riferimento all’Isis, chiude praticamente in automatico il profilo perché è stato violato il regolamento del social. L’attenzione a cambiare le password dei propri profili e l’aggiornare le password delle mail collegate può essere un deterrente in grado di evitare che si rimanga vittime di attacchi di hacker. Indagini in corso per risalire ai responsabili.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X