E’ morto il giudice Giuseppe Marangoni
Una carriera nei tribunali di Macerata e Ascoli

LUTTO - Aveva 75 anni. Da tempo colpito da una grave malattia, si trovava ricoverato nella Casa di Cura Villa Pini di Civitanova. Lascia la moglie Cesarina e i figli Filippo, avvocato, e Alberto assicuratore. Funerale domani alle 15,30 nella chiesa di Santa Croce a Macerata
- caricamento letture

giuseppe-marangoni

Giuseppe Marangoni

 

di Franco De Marco

E’ morto questa mattina, nella Casa di Cura Villa Pini di Civitanova, il giudice Giuseppe Marangoni. Aveva 75 anni. Maceratese, ha svolto la sua attività di giudice prima nel tribunale di Macerata poi, in due periodi diversi, all’inizio e al termine della carriera, nel tribunale di Ascoli. Era in pensione da cinque anni. Da tempo soffriva di una grave malattia che si è progressivamente aggravata. Figura di grande prestigio, di alti valori etici, nel corso della sua lunga attività ha svolto il ruolo di giudice con dedizione e profonda competenza giuridica unite a doti umane non comuni.

Giuseppe Marangoni era molto conosciuto e apprezzato nel mondo giudiziario. Alla fine degli anni Settanta venne trasferito da Macerata ad Ascoli dove si fece subito apprezzare per le sue doti professionali e di equilibrio. Successivamente tornò nel Tribunale di Macerata, quindi, poco più di dieci anni fa, venne di nuovo trasferito nel capoluogo piceno con il ruolo di presidente della sezione penale svolgendo anche mansioni di vice presidente. Si occupò di delicati processi. Di Ascoli, evidentemente, si innamorò subito. Una volta andato in pensione, tornato nella sua residenza di Macerata, continuò a frequentare il capoluogo piceno dove aveva numerosi amici. La sua scomparsa ha provocato un profondo cordoglio negli ambienti giudiziari dei due capoluoghi di Provincia.

Il magistrato lascia la moglie Cesarina Ciculi, insegnante, e i figli Filippo, avvocato, residente a Civitanova, e Alberto assicuratore. Alla famiglia Marangoni anche le sentite condoglianze del nostro giornale. Il funerale domani (mercoledì) alle 15,30 nella chiesa di Santa Croce di Macerata. La salma e’ stata composta nell’abitazione di via Indipendenza.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X