facebook twitter rss

Silvia Squadroni tentata dalla politica:
«Mi hanno cercata, vedremo»
Gabellieri stoppa le voci sulle Regionali

CIVITANOVA - In città rimbalzano voci su candidature in rosa: da un lato è corteggiata da Italia Viva l'ex presidente dell'azienda Teatri (che non smentisce), dall'altro l'assessore alla cultura frena: « Ne sono quasi lusingata, ma non mi risulta»
mercoledì 9 Ottobre 2019 - Ore 20:51 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
39 Condivisioni

Silvia Squadroni e Maika Gabellieri

 

di Laura Boccanera

Corsa alle regionali, parte la rincorsa da Civitanova. Silvia Squadroni corteggiata a destra e a “sinistra”, voci su una possibile candidatura nelle liste di Maika Gabellieri, ma l’assessore smentisce: «Non se n’è mai parlato e non credo sia immaginabile una cosa del genere». E’ rosa e al femminile il gossip politico che negli ultimi giorni tiene banco in città e ha per protagoniste due donne che sono state al centro di acredini passate, da un lato l’ex presidente dell’azienda Teatri di Civitanova, dall’altro l’assessore al turismo e cultura.

Silvia Squadroni sarebbe corteggiata nel centrodestra dai delusi di Ciarapica e nel centrosinistra tra i socialisti della nuova compagine di Italia Viva. E non si guarderebbe solo alle regionali, ma già anche alle comunali del 2022 dove a sinistra al momento scarseggiano possibili papabili. Forse si tratta di fantapolitica, ma se la Gabellieri smentisce su tutta la linea la possibilità di candidatura nelle liste regionali, la Squadroni sembra possibilista. L’avvocato al momento ci pensa su, non smentisce e non conferma una sua discesa in campo, ma ribadisce che la politica, qualora decidesse favorevolmente, sarà un impegno h24: «So bene che si devono sacrificare affetti e professione, ma la politica o la si fa così o non la si fa, è una missione al servizio del popolo non una via per aumentare patrimoni, rendite di potere o palcoscenici di autocelebrazione. I contatti di questi mesi hanno stupito anche me, ma comincio a credere che in città vi sia realmente, a 360 gradi, una voglia di cambiamento immediato. Difficilmente però credo che diventerei sindaco, la giunta Ciarapica è ormai un piccolo fortino che deve essere protetto anche dalle segreterie nazionali per non propagare l’immagine, a ridosso delle elezioni regionali 2020, dell’incapacità e dell’inadeguatezza di certi soggetti».

E su questo la Squadroni rivela un retroscena su Strever: «Lo sapete che un politico abruzzese ha fatto arrivare a Roma per vie istituzionali pressioni per il progetto? Chissà se la giunta lo dirà ai civitanovesi – prosegue la Squadroni – per il resto è vero che mi è stato chiesto di impegnarmi per regionali e comunali da autorevoli esponenti della politica civitanovese. La proposta per le regionali invece risale a prima dell’estate. Ho sognato che si tornasse al voto nello stesso anno anche per le comunali, ma la giunta Ciarapica non cadrà, alcuni consiglieri di maggioranza non hanno il coraggio. Di candidarmi ci sto pensando, non ho preclusioni a prescindere, certamente non con i traditori. Per la mia educazione e formazione politica non c’è posto per  razzisti, violenti, sessisti, incapaci e furbetti. Gli errori del passato non debbono ripetersi . Le persone, me lo ha insegnato la mia personale esperienza, si conoscono dopo anni ed anni, esaminandone in concreto atti e comportamenti a distanza . Oggi penso da grande e con la giusta età per riconoscere».

Maika Gabellieri invece smentisce e si dice sorpresa: «E’ La prima volta che ne sento parlare. Sapevo che in passato si era paventata esternamente rispetto alla maggioranza l’ipotesi su nomi come quello del sindaco e del vice sindaco e quindi un mio coinvolgimento diretto come prossimo sindaco. Anche in questo caso però erano solo voci, nulla di concreto. Sull’ipotesi regionali apprendo ora che si faccia il mio nome, ne sono quasi lusingata, ma non mi risulta, non se n’è mai parlato neanche per scherzo. So di altri possibili candidati all’interno della nostra maggioranza, dell’assessore Cognigni, e si faceva il nome di Ciarapica e di Troiani. Ma noi non abbiamo mai parlato di regionali».

Centioni annuncia l’adesione a Italia Viva, la civica Uniti per Civitanova con Renzi «ultimo leader degno di questo nome»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X