Artemigrante, 50 spettacoli e 80 artisti
«Nel ventennale abbiamo esagerato»

MACERATA - Il direttore artistico Marco Cecchetti ha presentato questa mattina la nuova edizione del festival. «in questi due decenni siamo cresciuti moltissimo, lo confermano le compagnie e gli ospiti internazionali che parteciperanno». L'assessore Stefania Monteverde: «Con questo evento coltiviamo la cultura della piazza come luogo dove la comunità si incontra, si sente sicura e cresce culturalmente.»
- caricamento letture
ArteMigrante_ConferenzaStampa_FF-5-650x434

Marco Cecchietti con l’assessore Stefania Monteverde questa mattina nel tendone di piazza Vittorio Veneto

di Alessandra Pierini (Foto Fabio Falcioni)

«Per i 20 anni di Artemigrante abbiamo voluto esagerare». A dirlo è Marco Cecchetti che definire direttore artistico del festival è sicuramente riduttivo. Ne è senza dubbio l’anima, da 20 anni a questa parte. «In questi due decenni Artemigrante è cresciuto moltissimo ma ha mantenuto la sua dinamica popolare. Abbiamo stretto collaborazioni con artisti di fama internazionale e molti tra i migliori esponenti della scena di circo contemporaneo e teatro di strada saranno a Macerata per questo ventennale».

ArteMigrante_ConferenzaStampa_FF-1-325x217

Da sinistra Anita Habluetzel Esposito, l’assessore Monteverde e il direttore artistico Cecchetti

Più di 50 spettacoli e ben 80 artisti provenienti da Belgio, Spagna, Francia e Germania, oltre che dall’Italia e persino dall’Australia si alterneranno nelle varie location del festival in tutto il centro storico oltre che nel tendone di piazza Vittorio Veneto, montato per l’occasione del circo Takimiri, realtà totale con una lunghissima storia. Grande attesa per lo spettacolo finale «Il Gran gala condotto da Piero Massimo Macchini – spiega Cecchetti – sarà una reunion di quanti hanno partecipato in questi 20 anni – e magari chissà potrei esibirmi anche io». Evento da non perdere anche il concerto dell’eclettico Tonino Carotone che tornerà a Macerata dopo 10 anni dall’ultima volta.
«Con Artemigrante un’altra settimana a Macerata per grandi e bambini – commenta l’Assessore alla cultura e al Turismo Stefania Monteverde – Da 20 anni con il teatro e il circo di strada coltiviamo la cultura della piazza come luogo dove la comunità si incontra, parla, fa festa, si sente sicura. Un’altra occasione per uscire di casa, passeggiare con i bambini, non stare soli, con tanti eventi gratuiti. La piazza di Macerata è un luogo in cui si cresce culturalmente. Come dicono i maceratesi, ci vediamo su piazza». Poi l’importanza della tradizione circense: «Il circo di strada ha una tradizione antichissima che qui si sta coltivando. Non è solo spettacolo, si tratta di fare impresa creativa. Noi ci abbiamo investito e continuiamo a farlo come ha fatto anche il Mibac».
ArteMigrante_ConferenzaStampa_FF-4-325x217E oltre a Comune e Ministero, sono tante le realtà con cui l’organizzazione collabora: «Ci sarà ad esempio una mostra in piazza Cesare battisti e sotto le logge di piazza Vittorio Veneto , curata da Ratatà, il rapporto con Unimc è fondamentale, così come è importante quello con lo Sferisterio».
E ieri sera si è chiusa l’anteprima del festival: «Ieri sera – prosegue Cecchetti – un nostro evento ha chiuso il Mercato delle Erbe che poi sarà trasformato. Uno spazio eccezionale per l’arte contemporanea. Eravamo stati noi ad usarlo per la prima volta per un evento nel 2011 e siamo gli ultimi. Mi veniva quasi da piangere a pensarci». Rassicura l’assessore Monteverde: «Sarà uno spazio più strutturato ma consentirà comunque alle associazioni di organizzare eventi, seppure di altra natura». E tra le novità i Mostri segnapiazza, ispirati alle venti locandine della manifestazione e curati da Anita Habluetzel Esposito.

Questo il programma. Il 2 e 3 settembre, dalle 11 alle 13, al Mercato delle erbe workshop con Claudio Stellato. Un esperimento multidisciplinare per lo spegnimento del cervello. Basati su movimento, improvvisazione e creatività, i seminari di Claudio Stellato e del suo team sono aperti a tutti i tipi di partecipanti (circensi, attori, danzatori e chiunque sia disposto a lavorare con il proprio corpo). Per info e iscrizioni [email protected].

MagdaIlClan_Artemigrante_FF-3-325x217

Lo spettacolo dei Magda Clan concluso ieri sera

Il 4 e 5 settembre protagonisti dello chapiteau saranno gli artisti della Compagnia Cordata For e Soralino. I primi, divertentissimi e magnetici, nei due pomeriggi alle 17 con lo spettacolo “Granelli” di corda molle, bicicletta, giocoleria, equilibrismo, acrobatica, clowneria. Alle 21,30 di entrambe le serate sarà invece Soralino ad incantare con il suo magico “In Box”.
Il 6 settembre si entra nel vivo del festival. Alle 17 su il sipario in piazza Vittorio Veneto con i Cordata For e lo spettacolo “Granelli”. Al calar della sera il circo invade Macerata in ogni suo angolo. A dare il via alle danze sarà la bad itinerante Dixi Frixi che porterà musica e allegria in tutto il centro storico alzando il sipario sull’edizione numero 20 di Artemigrante.
Alle 21 si parte per la pazza imperdibile maratona di spettacoli, tutti ad ingresso gratuito, in piazza della Libertà.
Toccherà al cabaret post-moderno, guarnito di acrobatica e clowneria, di Ben aprire la serata con “Mr Bang Sensation”. Alle 21,45, sempre in piazza della Libertà sarà la volta della comicità nuda e cruda di Piero Massimo Macchini. In uno spumeggiante spettacolo senza esclusione di battute il celebre artista fermano sarà pronto a regalare risate con la sua disarmante visual comedy, la clowneria e l’improvvisazione. Dalle 21,45 alle 22,30 sarà la Famiglia Mirabella ad entusiasmare bimbi ed adulti con supernumeri di giocoleria, equilibrismo, danza e musica. MagdaIlClan_Artemigrante_FF-9-325x217Intanto alle 21,45, alle 22,30 e alle 23,15 nel cortile di Palazzo Conventati “Attenti a quei due”: la Compagnia La Fabiola ci stupirà con marionette, manipolazione e clowneria al modestissimo ticket di ingresso di 2 euro. In contemporanea, nei suggestivi Antichi Forni (sempre al costo di 2 euro) Fausto Barile (Rufino Clown) e le sue performance nello spettacolo di teatro e clowneria, “Gran Teatro Dentro”. Alle 22 nel circo di Piazza Vittorio Veneto sarà l’acrobata Stefan Sing a tenerci con la bocca aperta con il suo spettacolo “Tangram” una grande composizione di corda, molle, bicicletta, giocoleria, equilibrismo, acrobatica. Sempre alle 22 trapezi e giravolte mozzafiato nell’aria con Elli Huber in piazza della Libertà.
Spazio al teatro contemporaneo con Francesca Rossi Brunori in “Ammaliamoci di immenso” alle 22,30 presso i Magazzini Uto (ingresso 5 euro) e alle 22,45 saranno i Camillas a chiudere con una buona dose di musica in salsa cabarettistica in piazza Oberdan.
Circo no stop il 7 settembre. Si parte alle 17 con “Hobo”. Nello chapiteau di piazza Vittorio Veneto incredibili numeri di acrobatica, manipolazione e danza portati in scena dalla mirabolante Compagnia Brigata Totem
MagdaIlClan_Artemigrante_FF-6-325x217Alle 21 l’eclettico Ben con il suo “Mr Bang Sensation” sarà il principe dell’acrobatica, della clowneria e del cabaret post-moderno nell’evento gratuito di Piazza della Libertà.
Dalle 21 ancora musica per le vie, le piazze e i portici con Dixi Frixi e alle 21,45 sarà il mattatore Piero Massimo Macchini a tenere piazza della Libertà con il suo esilarante spettacolo di improvvisazione e visual comedy, seguito alle 22,30 dalla danza e dagli incredibili numeri di equilibrismo in musica della Famiglia Mirabella. In contemporanea tutti con lo sguardo all’insu per ammirare la strabiliante performance acrobatica ai trapezi di Elli Huber. Sempre alle 22 il circo di Piazza Vittorio Veneto ospiterà “Tangram”: corda, molle, bicicletta, giocoleria ed equlibrismo con Stefan Sing (5/10 euro).
Alle 21,45, 22,30 e 23,15 a Palazzo Conventati sarà ancora la casa della Compagnia La Fabiola pronta a dispensare allegria e sorrisi con marionette e un meraviglioso spettacolo di clowneria (ingresso 2 euro). Intanto agli Antichi Forni Fausto Barile (Rufino Clown) e il suo magico “Gran Teatrro Dentro”, spettacolo di manipolazione teatro e comicità (ingresso 2 euro).
MagdaIlClan_Artemigrante_FF-8-267x400Alle 22.30 sarà ancora Francesca Rossi Brunori ad trascinare il pubblico in mondo magico con “Ammaliamoci di immenso” presso magazzini Uto (ingresso 2 euro) e alle 22,45 tornano i Camillas con un irresistibile spettacolo di musica e giocolieria in piazza Oberdan.
Rullo di tamburi per il gran finale con l’istrionico Tonino Carotone che chiuderà in piazza della Libertà con un concerto che ripercorre tutte le tappe della sua incredibile carriera.
Si ricomincia l’8 settembre con Hobo e della Compagnia Brigata Totem nello chapiteau di Piazza Vittorio Veneto (biglietto 5-10 euro), seguito alle 20 dalle acrobazie di Stefan Sing (5-10 euro l’ingresso). Alle 22 la carovana del circo di Artemigrante chiuderà con il carillon aereo della stella Elle Huber in piazza della Libertàe il gran gala alle 22 presentato da Piero Massimo Macchini e dal direttore artistico Marco Cecchetti.

San Giuliano al circo, tendone gremito per i Magda Clan (FOTO)

Artemigrante, una città in festa: tutti gli eventi del ventennale

«I miei 20 anni con gli artisti di strada» Marco Cecchetti celebra l’anniversario Dieci giorni di festival con Artemigrante

MagdaIlClan_Artemigrante_FF-5-650x434

MagdaIlClan_Artemigrante_FF-4-650x434

MagdaIlClan_Artemigrante_FF-3-650x434

Lo spettacolo dei Magda Clan concluso ieri sera

MagdaIlClan_Artemigrante_FF-1-650x434



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X