Il Comune dà lo sfratto a Ciclostile:
uso improprio della sede

MACERATA - Locali usati per alcuni giorni come dormitorio per uno dei soci in difficoltà. Dopo la scoperta fatta dalla polizia locale i fatti ammessi dall'associazione hanno portato al provvedimento. Il presidente Alberto Cicarè: «Provvedimento spropositato, speriamo in un dialogo»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
ciclostile

La sede di Ciclostile

 

Restano poche settimane per trovare una soluzione all’associazione Ciclostile di Macerata che deve lasciare i locali della sede in via Cadorna nei pressi dei Giardini Diaz. Locali messi a disposizione del sodalizio di amanti della bici dal Comune. All’origine del provvedimento un bivacco nel mese di gennaio di uno dei soci rimasto senza casa. L’uso improprio ha fatto scattare il verbale della polizia locale, che ha verificato il fatto ammesso dai protagonisti. Una ingenuità costata cara dovuta al fatto che uno dei soci in quel periodo aveva problemi personali, e non aveva più un posto dove stare. La soluzione provvisoria in contrasto con il regolamento comunale è stata scoperta per l’intervento della polizia locale che entrando nella sede ha verificato la presennza di un letto. Dopo il verbale è arrivata la lettera dagli uffici del Comune che ha revocato il contratto, con richiesta di  spiegazioni.

Alberto-Cicarè

Alberto Cicarè

Il presidente Alberto Cicarè ha spiegato i fatti ammettendo l’uso improprio fatto per circa 10 giorni. A seguire l’intimazione con scadenza l’otto giugno per lasciare la sede. Il presidente Alberto Cicarè ammette la sua responsabilità ma valuta come spropositato il provvedimento: «Un episodio che non doveva accadere ma non mi aspettavo una simile conseguenza.  Spero in un dialogo che possa superare il problema. Abbiamo fatto tante attività con il comune, se i locali servisssero per altri usi potrei capire ma per lasciarli vuoti… Se dovremo farne a meno troveremo un’altra sede, ma significherebbe chiudere un rapporto di collaborazione proficuo per i cittadini»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X