Multe per oltre 1 milione di euro,
San Severino come Macerata

LE CONTRAVVENZIONI accertate nel 2018 portano, con l'aggiunta delle spese di notifica, ad una somma quasi identica a quella del capoluogo
- caricamento letture

 

un-autovelox

Foto d’archivio

 

di Monia Orazi

San Severino alla pari di Macerata per gli incassi da multe per le violazioni al codice della strada, con circa un milione e 200mila euro di proventi nel 2018. Per il capoluogo di provincia, che conta più di 40mila abitanti ed attraversato da una serie di direttrici provinciali e dalla superstrada, nel bilancio di previsione 2019, approvato alla fine del 2018, è stata inserita la cifra preventiva di un milione e 200mila euro di incassi, con una quota vincolata di 278mila euro, destinata a finalità collegate al miglioramento della sicurezza stradale, manutenzione delle strade, corsi di educazione stradale. Dal rendiconto di gestione del 2018, di recente approvato a San Severino nel corso del consiglio comunale di inizio aprile, chiuso con un avanzo di amministrazione di un milione e 879mila euro di competenza, si parla di un milione e 13mila euro di proventi, nelle casse comunali derivanti dall’attività di controllo e repressione di irregolarità ed illeciti della polizia municipale. Secondo le entrate effettive riportate nel piano esecutivo di gestione per il 2018, si parla di sanzioni accertate per un milione e 151mila euro, a cui aggiungere 79mila euro di spese per le notifiche e si arriva alla stessa cifra del comune di Macerata. La cifra effettivamente incassata è di 494mila euro. La cifra vincolata per le finalità di legge a San Severino è la stessa di Macerata, anche se i contesti viari ed operativi dei due enti sono in parte diversi. San Severino pur avendo meno abitanti è il terzo comune per estensione delle Marche ed ha un’estesa rete viaria. Dei fondi incassati per le sanzioni, derivanti da violazioni al codice della strada, 127mila euro vanno alla Provincia di Macerata, proprietaria della provinciale 361, dove sono installati due impianti di autovelox. Quarantamila euro sono stati spesi per ampliare l’impianto di videosorveglianza, 232mila euro per la segnaletica e la manutenzione di strade ed attrezzature della polizia municipale di San Severino, altri 25mila euro sono serviti per il servizio di verbalizzazione delle multe. Si deve all’ex sindaco Cesare Martini, l’installazione di due autovelox permanenti, uno all’ingresso della città proveniendo da Castelraimondo, l’altro in località Berta all’incrocio per Pitino, un altro lungo la strada per Cingoli. Se si supera il limite di 10 chilometri orari si rischia una multa da 41 a 168 euro, con il superamento del limite da 10 a 40 km orari multa variabile da 168 a 674 euro oltre alla perdita di tre punti sulla patente. Per il superamento del limite da 40 a 60 chilometri orari multa da 527 a 2.108 euro, cancellazione di sei punti dalla patente e possibile sospensione da uno a tre mesi, sanzioni che crescono oltre il superamento del limite di 60 chilometri orari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X