L’anno dello sport maceratese:
tutte le emozioni del 2018

LE STELLE sono la tennista Camila Giorgi e il motociclista Lorenzo Baldassarri. Brillano nell'atletica Assunta Legnante, Ndiaga Dieng ed Eleonora Vandi. La Lube, regina degli sport di squadra, si consola con i successi del settore giovanile. La Pallavolo Macerata sbarca in A2. Il baseball sfiora la Serie A. Nel calcio sfuma la promozione in Lega Pro del Matelica, la sorpresa è il Montefano che approda per la prima volta in Eccellenza
- caricamento letture

 

sport-2018-home-650x486

I protagonisti del 2018 dello sport maceratese

 

di Michele Carbonari

Sta per andare definitivamente in archivio il 2018 sportivo, che a livello maceratese è stato costellato di gioie e successi, soprattutto per quanto riguarda le prestazioni individuali, ma anche di delusioni ed amarezze, particolarmente sul fronte di squadra.

avezzano-matelica-1-325x244

Il rigore di Kyeremateng, simbolo della sconfitta del Matelica

Il calcio ovviamente ha i riflettori puntati addosso. Il 6 maggio sfuma la storica promozione in Lega Pro del Matelica, che perde di misura ad Avezzano di fronte a circa 300 tifosi i quali hanno ancora negli occhi il rigore sbagliato da Kyeremateng. Rimanendo in Serie D, sempre nella passata stagione, la matricola Sangiustese conquista la Coppa Disciplina di categoria davanti a 166 squadre. Gioia immensa anche in casa Recanatese, dove la Juniores si laurea campione d’Italia battendo in finale il Seregno il 16 giugno, a Forte dei Marmi: il grande protagonista di una giornata indimenticabile è il portiere leopardiano Piangerelli, che para quattro rigori su cinque.

Stefano-Bonacci

Stefano Bonacci, presidente del Montefano

Una settimana prima, invece, è il Montefano del presidente Stefano Bonacci a scrivere una pagina di storia: sul neutro di Chiaravalle cala il tris al Sassoferrato Genga e approda per la prima volta in Eccellenza, dove giunge anche il Portorecanati per l’anno del centenario, dopo aver chiuso al primo posto il girone A di Promozione. Nel gruppo B, invece, l’Helvia Recina si aggiudica la Coppa Marche di categoria (25 aprile), da lì a poco tempo inizia a prendere forma l’ipotesi di sacrificare il proprio passato per ridare vita alla nuova Maceratese. Nonostante le tante voci e trattative estive, è proprio la società del presidente Alberto Crocioni a consegnare una squadra biancorossa alla città, dopo il difficile e amaro anno sabbatico. Una rinascita che coincide con il ritrovato derby con la Civitanovese del patron Mauro Profili (fresca di vittoria del campionato di Prima categoria girone C), andato in scena all’Helvia Recina ad ottobre: il maceratese Mongiello e il civitanovese Bigoni firmano il successo locale, in rimonta e di fronte ad oltre mille spettatori. A livello individuale la sfortuna ha giocato un brutto scherzo al settempedano Giacomo Bonaventura. Dopo aver aperto la stagione del Milan con un gol a Napoli, il jolly di centrocampo ha subìto un infortunio al crociato che di conseguenza ha bloccato il rinnovo (ad un passo) con la società rossonera. Salutato il Carpi (dove finisce per la terza volta in carriera il tecnico Fabrizio Castori), l’attaccante maceratese Federico Melchiorri (insieme al terzino di Fiuminata Gian Filippo Felicioli) sposa il progetto del Perugia con il quale va a segno per la prima volta contro il Venezia di un’altra rivelazione del calcio originario della provincia: l’attaccante matelicese Giacomo Vrioni, che viene convocato dalla Nazionale maggiore albanese con cui esordisce anche in Nations League (mentre a Foggia arriva il primo gol in serie cadetta).

Lorenzo-Baldassarri

La gioia di Baldassarri a Jerez

Se il 6 maggio è stata una giornata storta per il Matelica, non può dire la stessa cosa il centauro di Montecosaro Lorenzo Baldassarri, che a Jerez della Frontera vince il primo ed unico Gp del mondiale 2018, sua migliore stagione in carriera con tanto di record personale di punti (162). In Spagna è una giornata memorabile per la fantastica tripletta in Moto 2: pole position, giro veloce e trionfo in gara. Dal paradiso di Baldassarri si passa al 2018 infernale della Lube Civitanova: 5 ko in altrettanti appuntamenti clou. Dal Tricolore perso il 6 maggio contro Perugia (che il 28 gennaio si aggiudicava la Coppa Italia a Bari, sempre ai danni dei cucinieri) alla finale di Champions contro il Kazan la settimana seguente, dall’ultimo atto della Supercoppa sfumato ad ottobre alla fresca sconfitta al Mondiale per club, che di lì ha poco è costata la panchina a coach Medei (al suo posto il gradito ritorno di Fefè De Giorgi).

lube-under-20-campione-3-325x244

La festa della Lube Under 23

La Lube si consola con il proprio settore giovanile: l’Under 14 e l’Under 20 si laureano campioni d’Italia. Rimanendo nell’ambito del volley, grazie al ripescaggio estivo la Pallavolo Macerata è volata in Serie A2, dove ha trovato la Goldenplast vista la salvezza ottenuta nel preliminare playout di ritorno contro Taviano. Niente promozione invece per la Roana Cbf, che esce dagli spareggi contro Altino. Lo sport maceratese sale in cattedra grazie ai talenti individuali, soprattutto al femminile. Il 2018 è stato sicuramente l’anno di Eleonora Ciabocco, 14enne ciclista di Corridonia che a gennaio diventa campionessa italiana di ciclocross (a Roma) mentre a luglio si impone tra le esordienti secondo anno in Trentino (in bacheca anche tante gare singole). In risalto un’altra giovanissima e maceratese doc come la nuotatrice Caterina Meschini, che ai campionati italiani paralimpici conquista la doppietta nei 50 e nei 100 stile e poi ritocca il record nazionale nei 50 dorso (in attesa di conferma anche il miglior tempo azzurro nei 400 stile libero). In grande spolvero anche la tolentinate Sabrina Ceresani, nuova campionessa italiana di bocce nella sua categoria.

Vandi_Tampere_record-1-325x225

Elisabetta Vandi

Stagione da incorniciare anche quella delle atlete dell’Avis Macerata Eleonora ed Elisabetta Vandi. La seconda nei dodici mesi ha ritoccato tantissimi record: marchigiani e nazionali (400 piani e a staffetta 4 per 400), con tanto di convocazione ai mondiali Junior in Finlandia (settima individuale e quinta con staffetta) e ai giochi del Mediterraneo Under 23 (bronzo individuale e oro in squadra). La più piccola delle Vandi ha vinto due titoli italiani Juniores nei 400 (indoor e all’aperto) ed è stata convocata per i campionati Europei di Berlino. La prima, dopo la sosta forzata per infortunio, è rientrata alla grande. Colonna decisiva per le finali a squadre della società biancorossa, che ha trionfato nella finale Argento centrando il passaggio nella serie A nel campionato assoluto. Il sodalizio del capoluogo ha chiuso i campionato Under 23 fra le prime otto d’Italia. Eleonora Vandi è arrivato poi seconda nei campionati italiani assoluti nei 1500 metri e terza negli 800, convocata in Nazionale assoluta per i campionati Europei di corsa campestre in Olanda. La tennista Camila Giorgi, nativa di Macerata, ha come miglior risultato stagionale la vittoria di Linz, in Austria, che le vale anche il suo best ranking Wta (28°). Risultati prestigiosi anche in casa Anthropos, dove brilla la stella di Ndiaga Dieng. Il ragazzo di Montecassiano stupisce tutti e vince la medaglia più pesante negli 800 metri ai campionati del mondo indoor a Val di Reuil, in Francia, dove conquista anche un argento nei 1500 (agli europei di Carovigno è anche oro nella corsa campestre). L’atleta più rappresentativa, Assunta Legnante, capitano della selezione azzurra agli europei paralimpici, porta a casa l’oro nel Getto del peso, oltre al titolo italiano vinto in precedenza a Nembo (Bergamo).

ndiaga-dieng

Ndiaga Dieng

La società di Civitanova (il tricolore nelle bocce arriva in casa, nelle gare di Fontespina) vanta come tesserato anche il romano Emanuele Venuti, capitano della nazionale italiana di pallacanestro down che a ottobre è diventata campione del mondo. Protagonisti di un 2018 in chiaroscuro Simone Ruffini (che mette in bacheca una tappa della World Series alle Seychelles) e Jimbo Tamberi, nativo di Civitanova, campione del salto in alto ritrovato dopo l’infortunio (entrambi fuori dal podio agli europei di Berlino). Il ciclista recanatese Francesco Stacchiotti si è aggiudicato due tappe nel giro del Portogallo, il settempedano Manlio Giachè contribuisce ai successi annuali maceratesi laureandosi campione italiano motocross Over 56 mentre finisce sul gradino medio del podio il cecchino di Potenza Picena Roberto Zallocco, secondo nel double trap dell’Emirates Green Cup. Ha fatto sognare tutta la città di Macerata la squadra di baseball cittadina, l’Hotsand Macerata, che ha sfiorato la promozione in A perdendo contro Ravenna di fronte a centinaia di sportivi che hanno affollato il diamante di via Cioci. Infine, fuori ai playoff entrambe le squadre civitanovesi di basket: la Feba perde la semifinale a Palermo ma si consola con la convocazione in nazionale della giovane Orsili mentre la Rossella esce di scena ai quarti di finale, sempre in Sicilia contro il Barcellona Pozzo di Gotto, da neopromossa in serie B.

(DOMANI SU CRONACHE MACERATESI LO SPECIALE SUI FATTI E I PERSONAGGI DEL 2018)

camila-giorgi1-1-650x376

Camila Giorgi

Juniores-Recanatese

La Juniores della Recanatese campione d’Italia

 

MacerataHR_Civitanovese_FF-18-650x433

Il presidente della nuova HR Maceratese Alberto Crocioni

 

lube-under-14-campione-ditalia-650x415

La Lube Under 14 campione d’Italia

 

Eleonora-Ciabocco-1-650x351

Eleonoro Ciabocco, campionessa italiana di ciclocross

 

Caterina-Meschini-5-488x650

Caterina Meschini, nuotatrice paralimpica: oro nei 50 e 100 stile agli italiani

 

sabrina_ceresani

Sabrina Ceresani, campionessa italiana di bocce

 

Assunta-Legnante-a-Berlino-2018-650x433

Assunta Legnante a Berlino 2018 (foto Mantovani/ispes), oro nel getto del peso

 

Riccardo-Stacchiotti-2-650x650

Francesco Stacchiotti, vincitore di due tappe al giro di Portogallo

 

Manlio-Giachè

Manlio Giachè, campione italiano motocross over 56



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X