Siamo in piena estate, d’accordo,
ma questo gran caldo è da record

LA DOMENICA DEL VILLAGGIO - La gente preferisce non uscire in strada ma capita che fra i muri di casa si stia pure peggio
- caricamento letture

 

liuti-giancarlo-e1513504376909-325x284

Giancarlo Liuti

 

di  Giancarlo – o “Giancaldo” – Liuti

L’altra notte, sopraffatto da un calore che quasi m’impediva di dormire, ho sognato qualcosa di ancor più rovente, ossia l’Inferno di Dante, dove, nell’ottavo e caldissimo cerchio sono condannati i cosiddetti “consiglieri fraudolenti”, cioè quei portatori di sventura che l’autore della “Divina Commedia” descrive avvolti da lingue di fuoco. E chi sarebbero costoro nella nostra attuale realtà quotidiana? Secondo me sono gli autori dei messaggi pubblicitari che, fraudolenti di natura, ci piovono addosso dalla mattina alla sera fingendo di aiutarci a risolvere i tanti problemi del non facile vivere nella modernità e invece li complicano, oltretutto facendoci pagare un bel po’ di quattrini.
In preda dunque dei loro inganni, a noi poveri cristi non resta che rassegnarci a questo destino – “cinico e baro”, come lo si chiamava in un recente passato – e tirare avanti in balìa di un doppio “calore”, quello meteorologico e quello, appena citato, dei “consiglieri fraudolenti”, molti dei quali eccellono nell’arte della politica. E loro, i “politicanti”, come se la cavano? Anch’essi male, iscrivendosi a partiti che si guardano in cagnesco e reciprocamente si accusano delle peggiori nefandezze.
Morale: esagero in questo mio qualunquistico pessimismo? Sì, e ne chiedo perdono. Non credo però di essere tanto lontano dal vero. E la speranza in un domani migliore? Quella ce l’ho e non ci rinuncio. Ma per far sì che questa Italia un po’ sgangherata – si litiga perfino sui vaccini, ci rendiamo conto? – riesca a diventare come la gran maggioranza di noi l’ha sognata e ancora si ostina a sognarla occorrerebbe tempo, parecchio tempo. Qualcosa, insomma, di cui non tutti – me in primis – possono purtroppo disporre.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X