Una tregua per l’Hotel House:
sospeso il distacco di corrente,
congelato il maxi debito con l’Enel

PORTO RECANATI - La decisione è stata presa dal sindaco, finché il tribunale non si pronuncerà sul procedimento attivato dai condomini contro l'approvazione del bilancio da parte dell'amministratore giudiziario. Resta in piedi l'ordinanza di sgombero se non sarà messo in sicurezza per l'otto dicembre
- caricamento letture
hotel-house-1

L’Hotel House

 

di Emanuela Addario

Sospeso il distacco dell’energia elettrica all’Hotel House di Porto Recanati. Congelato il debito di oltre 300mila euro finchè il Tribunale non si pronuncerà sul procedimento attivato dall’ex amministratore Cotronè e da circa 70 condomini contro l’approvazione del bilancio da parte dell’amministratore giudiziario Gianluca Tomasino. Questa la decisione comunicata ieri sera dal sindaco Roberto Mozzicafreddo, convinto più che mai ad eseguire l’ordinanza di sgombero se non ci saranno i requisiti di abitabilità per le oltre 2500 persone che vivono nei 16 piani del palazzone. In ballo anche l’inizio lavori di messa in sicurezza del servizio antincendio intimato a luglio dai vigili del fuoco di Macerata a seguito di un sopralluogo avvenuto i primi del mese stesso. A quanto pare la Regione  già avrebbe effettuato la variazione di bilancio che permetterebbe di utilizzare i famosi 100mila euro, originariamente destinati  alla riqualificazione delle aree esterne, per lavori di riqualificazione interna. Così potrebbe iniziare la messa in sicurezza che scongiurerebbe l’esecuzione dell’ordinanza sindacale di sgombero prevista per l’8 dicembre.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =