Eroina nel water,
in tre tornano liberi

PORTO RECANATI - Tutti gli arrestati si sono difesi durante la convalida dal gip dicendo di non sapere nulla della droga scoperta dalla Squadra mobile durante un blitz al River village. Un quarto pakistano resta in cella, a lui viene contestata anche la cessione di 200 grammi di droga
- caricamento letture

arresti_hotel_house (1)

 

L'avvocato Simone Matraxia

L’avvocato Simone Matraxia

 

Scoperti con 23 ovuli di eroina nel water, tre tornano liberi, il quarto resta in carcere. L’udienza di convalida si è svolta questa mattina nel carcere di Camerino dove si trovavano 4 pakistani che erano finiti in manette venerdì pomeriggio durante un blitz della Squadra mobile di Macerata all’interno di un appartamento del River Village di Porto Recanati (leggi l’articolo). Gli arrestati hanno parlato e hanno dato tutti la stessa versione dei fatti. Tutti sostengono di essere andati in quell’appartamento per trovare un amico, qualcuno era ospite saltuario nella casa, ma di non sapere niente della droga che è stata trovata dalla polizia. Il giudice Enrico Zampetti ha disposto la scarcerazione per Isdiak Ahmed, 26, Basarat Ali, 26, Mohammad Shazad, 32. Resta in carcere Mohammad Nasir, 27 anni, cui viene contestata anche la cessione di 200 grammi di droga. Ahmed, Nasir e Basarat sono difesi dall’avvocato Simone Matraxia. Il blitz della Mobile era avvenuto dopo alcuni giorni in cui i poliziotti avevano tenuto d’occhio l’appartamento. Accertato un presunto giro di spaccio i poliziotti hanno messo a segno un blitz recuperando le chiavi della porta blindata che chiude l’appartamento da uno degli occupanti che era uscito ed era stato trovato con dello stupefacente addosso. Nella casa i poliziotti avevano trovato gli altri tre pakistani. Nel bagno invece è stato rinvenuto lo stupefacente: in tutto 250 grammi di eroina purissima.

(Gian. Gin.)

 

arresti_hotel_house (3)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X