Lettera choc a Corvatta, Marzetti:
“Sbagliato leggerla il 25 Aprile”

CIVITANOVA - Il consigliere di minoranza non condivide la scelta del sindaco di aver dato spazio nel discorso per la festa della liberazione allo sfogo di un neofascista contro i rom. "Quello contro di loro non è razzismo ma rifiuto di chi non ha rispetto per nessuno, crea disagio e senso di insicurezza, ruba, sporca e vive senza regole"
- caricamento letture

«

Il sindaco Corvatta alla cerimonia del 25 Aprile

Il sindaco Corvatta alla cerimonia del 25 Aprile

 

Sergio Marzetti

Sergio Marzetti

 

Un sindaco che divide e non unisce». Non è piaciuto al consigliere di Ncd Sergio Marzetti il discorso fatto dal sindaco di Civitanova Tommaso Corvatta per il 25 aprile. Secondo il consigliere d’opposizione, l’unico della minoranza presente alla cerimonia, è stata una scelta poco opportuna quella di leggere la lettera choc del cittadino neofascista contro i rom, una lettera carica di odio razziale e incitamento alla violenza (leggi l’articolo) . «E’ assurdo – commenta Marzetti – dare inizio a un discorso celebrativo, dando lettura di una lettera insulsa e frutto del delirio di una singola persona. Chiunque l’avrebbe cestinata senza darle dignità pubblica in un contesto solenne come la ricorrenza della Liberazione, lo ha fatto Corvatta, sorprendendo tutti e probabilmente anche lo stesso personaggio che l’ha scritta. Non si può prendere a pretesto quella lettera per adombrare il sospetto che Civitanova sia una città dove covano sentimenti razzisti».

«Non è vero – continua il consigliere – e non sono le quattro righe disarticolate e senza senso di un esaltato a dare spunto per un intervento che dimostra come il sindaco non abbia capito né i civitanovesi né lo spirito del 25 Aprile, che deve essere la festa degli italiani che amano la libertà e rispettano la Costituzione. Quanto ai rom citati, quello dei civitanovesi contro di loro non è razzismo ma rifiuto di chi non ha rispetto per nessuno, crea disagio e senso di insicurezza, ruba, sporca e vive senza regole. Da sempre partecipo alle cerimonie del 25 Aprile, ma non posso non esprimere la mia profonda delusione per questa celebrazione».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X