Lube a colloquio da Giulianelli,
c’è una stagione da salvare

VOLLEY - Il patron incontrerà la squadra dopo la delusione europea: in ballo uno scudetto da provare a vincere. Il ds Recine esonerato dopo tredici anni ed il reintegro di Massaccesi gli argomenti caldi in casa biancorossa
- caricamento letture
Il patron della Lube Fabio Giulianelli

Il patron della Lube Fabio Giulianelli

 

di Andrea Busiello

Gli ultimi giorni vissuti in casa Lube sono stati tra i più turbolenti della recente storia biancorossa. Nella semifinale di Champions di Cracovia contro Trento (leggi l’articolo) i ragazzi allenati da coach Blengini hanno dato il peggio di loro stessi nel momento più importante della stagione costringendo la proprietà a prendere una decisione drastica nell’immediato post gara: l’esonero del ds Stefano Recine (leggi l’articolo). Una scelta che ha colpito molto l’ambiente biancorosso perchè nel bene e nel male il ds Recine è stato un punto fermo di questa società da tredici anni. A pagare per tutti il conto salatissimo questa volta è stato proprio il dirigente romagnolo a cui è sempre stata affidata la costruzione della rosa. In tredici anni di Lube ci sono stati dei trionfi importanti ma anche altrettante delusioni e la brutta umiliazione subìta da Trento ha portato la proprietà a chiudere un capitolo importante della propria storia. Un ds che “resiste” per tutto questo tempo in un società è di sicuro un uomo che ha a cuore le sorti della stessa e Recine ha sempre cercato di dare il meglio di sè, a volte riuscendoci e altre meno.

Stefano Recine, storico ds della Lube

Stefano Recine, storico ds della Lube

Anche questo è il bello dello sport, le dinamiche possono cambiare da un momento all’altro e stravolgere la storia sportiva di una società. E adesso si apre un nuovo capitolo per la Lube: il patron Giulianelli, consapevole del momento delicato, ha chiesto un colloquio con la squadra e stasera vedrà tutto lo staff al completo per cercare di capire cosa è successo nelle ultime settimane e far capire ora più che mai che la proprietà vuole un riscatto immediato. C’è uno 0-2 da ribaltare in una semifinale scudetto contro Perugia (giovedì gara 3 a Civitanova) e i biancorossi hanno l’obbligo morale di crederci, riaprire la serie e andarsi a giocare le proprie carte per accedere alla finale. Nel post gara di ieri anche Massaccesi, con estrema umiltà, aveva fatto un passo indietro rimettendo il proprio mandato nelle mani della proprietà. Ma stamattina è arrivata l’immediata decisione di Giulianelli e company: il vice presidente e factotum dei biancorossi non si discute e da lui ripartiranno le fondamenta della nuova Lube. A lui è affidato anche il ruolo di ds in questo delicato finale di campionato.

Albino Massaccesi

Albino Massaccesi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X