Dramma alla Family run,
gravissima studentessa maceratese

MACERATA - Sara Buccolini, 21 anni, studia Architettura nella città estense. Ieri ha partecipato alla "minipodistica" di 6,5 chilometri. Giunta al traguardo ha avuto un malore e un arresto cardiaco. Ora è ricoverata in Rianimazione all'ospedale di Cona
- caricamento letture
I soccorsi a Sara Buccolini dopo il malore alla Family run (Foto de La Nuova Ferrara)

I soccorsi a Sara Buccolini dopo il malore alla Family run (Foto de La Nuova Ferrara)

Un malore sul traguardo della “minipodistica”, poi una ragazza di 21 anni si accascia a terra dopo essersi sentita male. Lei è una studentessa maceratese, Sara Buccolini, che studia Architettura a Ferrara città dove ieri ha partecipato con degli amici alla Family run, una corsa di 6,5 chilometri non agonistica. La giovane è stata colpita da un malore seguito da un arresto cardiaco. Lì sul traguardo è stata subito soccorsa dal personale del 118 presente per fare assistenza ai partecipanti alla corsa. La ragazza è stata rianimata a lungo, per poi venire trasferita all’ospedale di Cona dove è ricoverata nel reparto di Rianimazione. Le sue condizioni sono critiche. Ieri i genitori della 21enne sono partiti per Ferrara e ora stanno assistendo la figlia in ospedale. Tutto si è consumato sul traguardo della corsa, nel cuore della città emiliana, di fianco al castello Estense. Sara aveva partecipato alla Family run con alcuni amici. Un percorso di 6,5 chilometri che aveva impiegato 55 minuti a completare. Dunque non una corsa ma una camminata veloce. Eppure quando è arrivata sul traguardo è stata colpita da un malore e ha avuto un arresto cardiaco. Nel giro di pochi secondi è stata soccorsa. La tenda della Croce Rossa era proprio a 20 metri rispetto a dove la ragazza si è sentita male. La 21enne è stata portata nella tenda della Croce rossa e lì rianimata a lungo, poi il trasferimento all’ospedale di Cona. La giovane questa mattina era ricoverata in Rianimazione, le sue condizioni sono costantemente monitorate dai medici. «Sino molto, molto abbattuto per quello che è successo. Sono in attesa di notizie, spero buone. Questa cosa non ci voleva, ci ha sconvolto» dice Massimo Corà, presidente della Corriferrara e organizzatore della Family run.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X