Restyling punto nascita,
lavori al nastro di partenza

MACERATA - Assegnata l'opera: nei prossimi mesi sarà aperto il cantiere all'ospedale. Il reparto si trasferirà al secondo piano nella parte vecchia del nosocomio
- caricamento letture

ospedale macerata

 

Al via i lavori per il nuovo punto nascita dell’ospedale di Macerata: sarà trasferito al secondo piano della parte vecchia dell’ospedale del capoluogo. Il cantiere verrà aperto nei prossimi mesi, con termine dei lavori previsto nella prima parte del 2017. Ad aggiudicarsi l’opera è stata l’impresa Elettro Stella di Ennio Luciani, con sede a Monsampolo del Tronto (Ascoli), che ha offerto un ribasso del 25,61 per cento sull’importo a base d’asta, aggiudicandosi così il punteggio più alto. Prima di far partire i lavori si dovranno attendere i tempi tecnici necessari alla verifica di tutti i requisiti dell’impresa, la progettazione esecutiva affidata allo studio tecnico Promedia di Teramo. Lo scorso giugno era stata indetta la gara d’appalto (leggi l’articolo) per rifare il look al punto nascita che sarà spostato dove oggi si trova chirurgia, per un importo complessivo di 984mila euro. A dare il via alla pratica una determina del direttore generale dell’Asur Marche Alessandro Marini, mentre il contratto definitivo con Elettro Stella sarà firmato dal direttore dell’Area Vasta 3, Alessandro Maccioni. Al secondo piano della vecchia ala dell’ospedale troveranno posto il blocco parto e l’area di degenza, i lavori si sono resi necessari per adeguare alle norme antincendio e a quelle richieste dalla Regione alle strutture sanitarie per l’accreditamento, secondo le quali il reparto esistente non è a norma. Su Macerata si dovrebbero riversare anche le partorienti sinora accolte dal punto nascita di San Severino, che nel 2015 ha visto oltre 540 nuovi nati, mentre Macerata ogni anno accoglie circa 1.200 parti.

Redazione Cm



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X