Case della salute,
la Commissione Sanità rinvia il parere

SANITA' - Il presidente Fabrizio Volpini: "Decisione dovuta alla complessità e al forte valore strategico del documento". Intanto continua la serie di incontri tra il sindaco di Matelica Alessandro Delpriori, la giunta e i consiglieri regionali per modificare la delibera
- caricamento letture
fabrizio-volpini

Il presidente della Commissione Sanità Fabrizio Volpini

Non sembra facile prendere una decisione sull’ adeguamento degli ospedali in case della salute che cambierà anche la sanità provinciale (leggi l’articolo). La Commissione Sanità della Regione, riunita oggi, ha rinviato al 13 gennaio il parere sulla delibera di Giunta che adegua le case della salute di tipo C, ridefinite ospedali di comunità, agli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera. Alla riunione erano presenti il dirigente del Servizio Salute, Piero Ciccarelli, la dirigente sanitaria Asur, Nadia Storti, e la dirigente Assistenza ospedaliera, Emergenza Urgenza, Ricerca e Formazione, Lucia Di Furia, che hanno illustrato i contenuti della delibera. «Abbiamo voluto dedicare la seduta di oggi – ha spiegato il presidente Fabrizio Volpini (Pd) – all’ascolto e alla spiegazione dei contenuti della delibera su cui siamo chiamati a esprimere il parere. Ritengo che sia importante questo passaggio e che, considerata la complessità, l’importanza e il forte valore strategico del documento, sia opportuno rinviare il parere alla prossima riunione di commissione». «E’ inaccettabile – ha detto la vice presidente Elena Leonardi (FdI) – esprimere un parere così importante in tempi così brevi. Una richiesta che è condivisa sia dalle opposizioni che dalla stessa maggioranza. Auspico per il futuro un cambio di metodo che dia un ruolo più centrale alla Commissione, soprattutto di fronte a decisioni così importanti. Sono del parere che la vicinanza con i territori trovi un giusto spazio anche all’interno delle commissioni».

***

Il sindaco Alessandro Delpriori

Il sindaco di Matelica Alessandro Delpriori

Continua intanto la serie di incontri istituzionali del sindaco di Matelica Alessandro Delpriori insoddisfatto della delibera regionale che non garantirebbe il 118 medicalizzato nell’ospedale matelicese. «Anche in questi giorni festivi – si legge in una nota di Delpriori – con la Giunta e i consiglieri abbiamo lavorato sul tema della sanità e sulle modifiche da apportare alla delibera 735 del maggio 2013 che prevede in sostanza la cancellazione di servizi e prestazioni a Matelica. Con l’obiettivo di vedere realizzate le indicazioni raccolte nel libro bianco sulla sanità approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale. Continui e febbrili sono stati i contatti con i membri della Giunta, i consiglieri regionali  e i vertici della Sanità Regionali».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X