Lavori alla stazione,
Corvatta alle Ferrovie:
“Dove sono i soldi?”

CIVITANOVA - Il sindaco preme per iniziare le operazioni di ammodernamento promessi due anni fa: "Siamo a un livello di inciviltà insostenibile, la città merita uno scalo migliore"
- caricamento letture
stazione civitanova1

La stazione di Civitanova

 

stazione civitanova7

Il primo binario della stazione

 

Ancora problemi dalle Ferrovie dello Stato per il comune di Civitanova. Oltre ai ripetuti attacchi del comitato “No Sottopasso” (leggi l’articolo) anche l’amministrazione ha deciso di sollecitare le FS. A farlo questa volta è lo stesso sindaco Tommaso Corvatta che preme affinchè inizino le opere promesse per l’ammodernamento della stazione, chiedendosi anche dove sono i soldi stanziati per Civitanova. «Ritengo insostenibili i ritardi nei lavori per il superamento delle barriere architettoniche alla stazione ferroviaria – dice il primo cittadino – Ricordo che il consiglio comunale ha deliberato l’accordo convenzionale con Ferrovie dello Stato che prevede l’adeguamento della stazione ferroviaria oltre due anni fa. Per una serie incredibile di ritardi e rallentamenti burocratici ancora non si vede l’inizio dei lavori». Le opere e l’ammodernamento della stazione rappresentano un’azione improrogabile e ridurrebbero alcuni fenomeni di marginalità di cui soffre l’area: degrado, spaccio di stupefacenti, stazionamento di soggetti senza tetto.

nomadi area ceccotti dietro stazione civitanova_Foto LB (2)

Alcuni nomadi nell’area Ceccotti dietro la stazione

«L’assenza di questi ammodernamenti contribuisce alle cattive condizioni di questa parte della nostra città – continua il sindaco – La stazione ferroviaria così com’è, ormai è rimasta ad un livello di civiltà che non è più sostenibile, oltre tutto se si considera che questo è l’unico importante scalo della provincia di Macerata. Comprendiamo i problemi degli altri e siamo sicuri che non vi sia nessuna malafede, ma non è ammissibile che tutto rimanga com’è. Vista la buona collaborazione in atto con le Ferrovie dello Stato su altri punti, quindi la disponibilità mostrata dall’ente, non riusciamo a comprendere fino in fondo una tale notevole dilazione. Viene da chiedersi se le risorse economiche a suo tempo assegnate a Civitanova non siano state dirottate altrove. Ci aspettiamo quindi una risposta rapida e ultimativa rivolta sia al comune che alla cittadinanza, che ha diritto ad uno scalo ferroviario all’altezza della situazione».

sporcizia stazione civitanova3

Sporcizia nel piazzale dietro la stazione



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X