E’ morto padre Pietro Lavini,
l’eremita dell’Infernaccio

LUTTO - Originario di Potenza Picena era conosciuto come "Il muratore di Dio" per la sua opera di ricostruzione dell'eremo di San Leonardo. Si è spento questa mattina all'ospedale di Amandola in seguito a un problema respiratorio
- caricamento letture
Padre Pietro

Padre Pietro Lavini, detto il muratore di Dio

di Marco Ribechi

Padre Pietro Lavini non tornerà nei luoghi che lo hanno accolto come eremita per oltre 40 anni. Si è spento questa mattina all’ospedale di Amandola a causa di una crisi respiratoria. Aveva 88 anni. Il religioso era già in condizioni di salute precarie dopo che alcuni mesi fa era stato colpito da un ictus (leggi l’articolo). Nato a Potenza Picena da una famiglia di operai già a nove anni entrò nel Collegio dei Cappuccini di Fermo nel quale all’età di 25 anni celebrò la sua prima messa per poi proseguire la sua missione sacerdotale presso il Santuario di Madonna dell’Ambro. Si dedicò molto anche ad una sua grande passione: le opere murarie. Sono stati importanti i suoi interventi in molti conventi d’Italia ed anche in Africa.

padre pietro lavini

Padre Pietro in abiti monastici

Padre Pietro era una figura molto nota in tutta la regione, soprattutto tra gli amanti della montagna e dei Sibillini. L’uomo da oltre 50 anni aveva abbracciato la vita monastica, ritirandosi poi nell’antichissimo monastero benedettino di San Leonardo. Noto come l’eremita dell’Infernaccio si era guadagnato anche l’appellativo di “Muratore di Dio”, grazie alla sua grandiosa opera di ricostruzione della struttura stessa, lasciata all’abbandono prima della sua venuta. Lavorando con pazienza e dedizione, pietra su pietra, era riuscito in quella che aveva identificato come la propria missione di vita, cioè riedificare e rendere agevole di nuovo la struttura di preghiera originaria dell’XI secolo. Tanti i benefattori e volontari che lo hanno sostenuto negli anni, anche con donazioni di cibo, permettendo così il completamento dei lavori. Terminato anche il campanile solo due erano i sogni che rimanevano all’eremita: completare il pozzo del monastero e il luogo per la propria sepoltura. Padre Pietro non aveva mai nascosto il desiderio di trovare l’eterno riposo nel monastero di San Leonardo.

Un momento del cordiale incontro del Sindaco Sergio Paolucci

Un incontro tra don Pietro e l’ex sindaco di Potenza Picena Sergio Paolucci

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X