Fumata bianca da Ancona,
la Maceratese ha lo stadio per iscriversi

Nei primi giorni della prossima settimana l'incontro per la firma dell'accordo con prefettura e questura nel capoluogo di regione
- caricamento letture
Enrico Maria Scattolini

Enrico Maria Scattolini

di Enrico Maria Scattolini

E’ PRONTA LA CONVENZIONE per l’utilizzo del  Del Conero da parte della Maceratese, come stadio alternativo all’Helvia Recina, in attesa che quest’ultimo venga messo a norma con l’esecuzione dei lavori richiesti dai tecnici della Figc in esito al sopralluogo dell’inizio di maggio e fatti conoscere con l’ormai famosa comunicazione di metà mese.

ALMENO PER QUANTO RIGUARDA la controparte biancorossa. La dottoressa Tardella l’avrebbe infatti sottoscritta venerdì mattina.

ORA SI ATTENDE LA CONTROFIRMA degli esponenti della società dorica, che ha in concessione l’impianto, con cui la presidentessa e l’avvocato Nascimbeni si sono incontrati giovedì pomeriggio (leggi l’articolo).

POI SI DOVRA’ ASPETTARE IL NULLAOSTA del prefetto e del questore di Ancona, riguardo ai riflessi di ordine pubblico, a proposito dei quali si starebbe studiando una soluzione ad hoc.

L'avvocato Giancarlo Nascimbeni durante il confronto pubblico sullo stadio di martedì sera

L’avvocato Giancarlo Nascimbeni durante il confronto pubblico sullo stadio di martedì sera

E’ AUGURABILE che non si verifichino intoppi. Ben sapendo che la conclusione dell’iter dovrà essere formalizzata entro la fine della prossima settimana, dal momento che è utopica la scadenza di fine giugno per il rifacimento dell’Helvia Recina. Incredibilmente imposta dalla Lega Pro.

L’INCONTRO sembra fissato per i primi giorni della prossima settimana per mettere tutto nero su bianco. Prefettura e questura di Ancona sembrano aver dato parere positivo ad ospitare la formazione biancorossa: la Maceratese può sorridere per avere a disposizione lo stadio a norma per potersi iscrivere al prossimo campionato di Lega Pro.

DIVERSAMENTE LA MACERATESE non sarà iscritta al campionato professionistico, dopo oltre quarant’anni di attesa. Almeno in prima battuta, perché questa decisione –come già preannunciato dal legale biancorosso – sarebbe impugnata con una serie di ricorsi.

AI QUALI SI AGGIUNGEREBBERO PROBABILMENTE quelli della maggior parte delle altre otto neo promosse dalla serie D, insieme alle vincenti dei play-off (per di più appesantite da fidejussioni d’importo notevolmente superiore agli impegni bancari di firma a carico delle prime). Un …oceano di carte bollate!

La presidentessa della Maceratese Maria Francesca Tardella

La presidentessa della Maceratese Maria Francesca Tardella

LA LUNGIMIRANZA E LA PROFESSIONALITA’ dell’avvocato Nascimbeni stanno quindi giocando un ruolo decisivo nella soluzione di questo problema.

MA SOPRATTUTTO ALLA DOTTORESSA TARDELLA deve essere riconosciuto il merito di aver saputo fronteggiare una situazione di fronte alla cui complessità altri avrebbero potuto anche alzare le mani.

PERCHE’ IL CONTRATTO CON L’ANCONA è oneroso, prevedendo una robusta cauzione, il pagamento di circa duemila euro per ogni partita eventualmente disputata al “Del Conero” e tutte le spese organizzative a carico.

E’ EVIDENTE CHE LA MEDESIMA confida nell’impegno delle autorità comunali di completare la ristrutturazione dell’Helvia Recina prima dell’inizio della stagione ufficiale 2015/16. Però il rischio di dover (inutilmente) mettere mano al portafoglio esiste.

ANCHE PERCHE’, con il passare dei giorni, aumenta il costo del progetto. Che sembra salito dai circa 680.000 euro del dibattito di martedì scorso in Piazza Battisti agli attuali 800.000.

L'ex allenatore della Maceratese Giuseppe Magi

L’ex allenatore della Maceratese Giuseppe Magi

IN COMPENSO pare che siano stati superati tutti gli ostacoli burocratici.

SI SA ANCHE che le fatiche di Mariella nostra sono appena all’inizio. Prossima tappa fondamentale (30 giugno) la presentazione della fidejussione di 300/400.OOO € e il pagamento della tassa d’iscrizione al campionato. Che non è una bazzecola.

E POI la campagna acquisti. Che non sarà una passeggiata.

PENSO CHE MERITI comprensione, nonostante il doloroso addio di Peppe Magi (leggi l’articolo) ed altre cosucce.

LA PERFEZIONE non è di questo modo. Figuriamoci di quello calcistico.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X