Maceratese in ansia per lo stadio
Nascimbeni: “Rischiamo l’esclusione
dal campionato”

L'avvocato dei biancorossi è chiaro: "O si è in regola con le quindici prescrizioni richieste entro il 30 giugno o la società può giocare in Lega Pro solo in deroga ad Ancona ma nessuno si è ancora mosso per chiedere ospitalità". Il sindaco Carancini: "I lavori inizieranno entro la fine di giugno, la prima di campionato la giocheremo all'Helvia Recina"
- caricamento letture
L'avvocato Giancarlo Nascimbeni premiato dal sindaco Romano Carancini

L’avvocato Giancarlo Nascimbeni premiato dal sindaco Romano Carancini

di Andrea Busiello

“La Maceratese rischia di essere esclusa dal campionato: si tratta di un’ipotesi estrema ma purtroppo va considerata”. E’ l’avvocato della Maceratese Giancarlo Nascimbeni, esperto in materia di regolamenti riguardo all’impiantistica sportiva, a mettere in guardia il comune e la città “perchè il regolamento della Lega è chiaro: abbiamo già ottenuto una proroga dal 30 maggio al 20 giugno ma i lavori dell’Helvia Recina ancora non sono partiti e i tempi sono strettissimi. Conosco la rigidità della Federcalcio e non ci sono scappatoie: o si è in regola con le quindici prescrizioni richieste entro il 30 giugno o la società può giocare in Lega Pro solo in deroga”.

Giancarlo Nascimbeni

Giancarlo Nascimbeni

Dopo il rifiuto di ospitare la Maceratese da parte del comune di Ascoli (leggi l’articolo), l’unica ipotesi è quella di chiedere ospitalità ad Ancona: “Per quanto ne so io – continua Nascimbeni – nessuno si è ancora mosso per chiedere di giocare ad Ancona. Tutti sanno le prescrizioni e io sono davvero molto preoccupato: prefettura, questura e comune sanno bene quello che bisogna fare. Avevamo chiesto una riunione urgente venerdì scorso e ad oggi, passata una settimana, nessuno ci ha risposto e non si sta muovendo nulla. A mio avviso temo che non sarà agevole mettere a norma lo stadio nel giro di pochissimi giorni”.

Se da una parte l’avvocato Nascimbeni si dichiara preoccupato, dall’altra il sindaco Romano Carancini rassicura: “L’amministrazione comunale ha completato il progetto definitivo per l’adeguamento dello stadio Helvia Recina sulla base delle indicazioni avute da questura, vigili del fuoco, Lega Pro e Asur. A breve verrà convocata una conferenza di servivi per le valutazioni definitive sulle soluzioni adottate: il tutto per far iniziare i lavori entro la fine di giugno e per avere lo stadio a disposizione per la prima partita di campionato”.

Il sindaco di Macerata Romano Carancini

Il sindaco di Macerata Romano Carancini

Nel frattempo calma piatta sul fronte mercato tra i biancorossi in attesa della decisione di mister Magi di rimanere o meno sulla panchina della Maceratese (leggi l’articolo). Il ds biancorosso Giulio Spadoni lunedì sarà ospite del programma “Aspettando Calciomercato”, in onda dalle 21 alle 23 su Sportitalia dove si parlerà anche della Maceratese che verrà.

 

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X