Un bacio gay in piazza
per contestare le sentinelle in piedi

MACERATA - Doppia manifestazione sotto il palazzo comunale. Da una parte sit in silenzioso contro la legge anti-omofobia. Dall'altra si schierano Anpi, Arci, Arcigay e un movimento spontaneo di cittadini. Tra loro la coppia di ragazze che ha riservato il finale a sorpresa
- caricamento letture
sentinelle

L’abbraccio subito dopo il bacio tra le due ragazze in piazza della Libertà

Sentinelle vs Arcigay 9

Sentinelle e contro sentinelle in piazza della Libertà

di Claudio Ricci

(foto di Andrea Petinari)

Termina con il bacio tra due ragazze l’ora delle “sentinelle in piedi” in piazza della Libertà a Macerata. Non proprio quello che si aspettavano di trovare i circa trenta partecipanti che si sono radunati alle 17 sotto al palazzo comunale, sulla scia della manifestazione nazionale  in scena oggi e domani diverse piazze d’Italia. Scopo delle sentinelle, protestare contro la legge anti-omofobia al vaglio delle Camere, l’istituzione del divorzio breve e la legge per l’istituzione delle unioni civili. Dall’altra parte della piazza la contro protesta. Anpi, Arci e Arcigay e una cinquantina di cittadini radunati tramite l’evento facebook “W la Repubblica Italiana Laica” si sono dati appuntamento alla stessa ora per far sentire la propria voce contro il silenzio delle sentinelle. Bandiere, qualche urlo di protesta ma nessuno scontro. In mezzo ai due schieramenti gli uomini della questura dividono la piazza a metà con un cordone di sicurezza. Inizia il sit in. 60 minuti in cui i partecipanti in piedi e in formazione sparsa hanno letto un libro a piacere. In mano ai manifestanti testi sulla famiglia, la religione, analisi storiche sull’affermazione dei diritti degli omosessuali. Spicca un ragazzo con in mano “Mein Kampf”, in realtà una provocazione di uno dei componenti dell’associazione “Diritto Forte”, infiltrato tra le sentinelle.

Sentinelle vs Arcigay 6

La contro manifestazione con bandiere della pace e di Arcigay

«Queste persone sono rivolte verso il lato sbagliato della storia – dice Maurizio Rinaldelli Uncinetti intervenuto alla contro manifestazione – Non lo dico io lo dice l’attualità. Oggi l’Irlanda ha detto sì ai matrimoni gay con un referendum popolare che ha ottenuto più del 60 % di voti favorevoli. A differenza loro noi non neghiamo i diritti di nessuno, loro invece lo fanno».

Di altro “genere” il pensiero delle Sentinelle. Tra loro il candidato sindaco di Forza Nuova, Tommaso Golini: «Siamo qui per difendere l’unica famiglia naturalmente possibile, che può garantire la procreazione e la stabilità della società. Aderisco alla manifestazione come libero cittadino per esprimere il mio dissenso sulla legge contro l’omofobia che considero uno psico-reato. Di questo passo tra qualche anno affermare che l’unica famiglia naturale è quella con padre madre e figli sarà considerato un crimine».

Sentinelle vs Arcigay 8

Nicola Pestilli organizzatore del sit in “Sentinelle in piedi” in piazza della Libertà

Il sit in delle sentinelle si conclude con un comunicato letto al megafono dall’organizzatore Nicola Pistelli: «Insieme resistiamo – si legge nel comunicato – in silenzio affermiamo che non c’è legge che possa zittire le coscienze vigili. In piazza, testimoniamo che non c’è menzogna che possa cambiare la realtà». Proprio mentre Pistelli sta leggendo il comunicato le due ragazze escono dal corteo della contro manifestazione tenendosi per mano e in mezzo alla piazza proprio sotto al planetario da cui poco prima è uscito il carosello dei magi si baciano rimanendo abbracciate mentre le contro sentinelle le salutano con un applauso e grida festose.

 

Sentinelle vs Arcigay 7

Gli agenti della questura e i carabinieri hanno vigilato sulla manifestazione

Sentinelle vs Arcigay 4

Sentinelle vs Arcigay 2

I manifestanti a testa in su per il carosello dei Magi della Torre dei Tempi

Sentinelle vs Arcigay 5

Sentinelle vs Arcigay 1

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X