Wifi gratuito in 27 comuni,
Favia: “Il merito non è
dell’assessore abusivo Giorgi”

Il leader del Centro Democratico attacca la ex collega di partito: "La smetta con questa immorale campagna elettorale"
- caricamento letture
David Favia e Paola Giorgi, già insieme in Idv

David Favia e Paola Giorgi, già insieme in Idv

«Il wifi gratuito nelle piazze di 27 piccoli comuni del Maceratese è una bella notizia ma non è un’idea di Paola Giorgi: l’assessore la smetta con questa immorale campagna elettorale»: questo il commento al vetriolo di David Favia, leader di Centro Democratico che con Paola Giorgi ha condiviso anni di politica. Dopo la scelta dell’assessore regionale di abbandonare il partito, in vista delle regionali 2015, diversi sono stati gli attacchi da parte dell’ex collega.
«Siamo lieti  – prosegue Favia – della notizia dei positivi risultati del bando per il Wi-Fi gratuito nelle piazze (leggi l’articolo). È una cosa importante per i piccoli comuni. Ovviamente, ringraziamo la vera artefice che è la dottoressa Serena Carota, responsabile regionale del settore. E anche Leonardo Virgili e Mario Paglialunga che dalla segreteria del l’assessorato hanno seguito il progetto ed anche “arriva la banda”. Rileviamo però che l’assessore “abusivo” Paola Giorgi, fra breve in scadenza e già nel pieno di una campagna elettorale disperata, solitaria e impossibile, è ormai lanciata in maniera inarrestabile giù per la china dell’immoralità politica. Peccato infatti che l’assessore, che senza scrupolo alcuno ha sottratto l’assessorato a Centro Democratico dopo essere dal medesimo stata “creata, inventata e messa lì di peso”, senza scrupolo alcuno si dimentichi di dire che l’idea di utilizzare alcuni avanzi di fondi europei per questo bando è stata mia e di Virgili e che noi l’abbiamo seguita anche nella fase in cui è stato necessario ottenere dalla UE la certezza che non si trattasse di aiuti di stato. Siamo certi, quindi, che nessuno (men che meno i sindaci beneficiari) cadrà nella trappola elettorale dell’assessore immorale (immorale è il contrario di etico) e la valuti per quello che è. Una che si appropria di cose e idee altrui con etica zero».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X