Coltivazione di piselli su discarica,
indagato imprenditore agricolo

MONTEFANO - A scoprire l'area il Corpo forestale: fino al 1979 i terreni erano stati usati per ammassare rifiuti urbani e speciali
- caricamento letture

corpo forestaleColtivava piselli su di una “antica” discarica comunale: indagato un imprenditore agricolo di Montefano, Massimo Martinangeli. Sul suo terreno gli uomini del Corpo forestale di Recanati, lo scorso marzo (ma la notizia si è appresa solo oggi), hanno trovato sacchetti di plastica, altro materiale sempre in plastica e residui di tessuti che erano riaffiorati dopo delle forti piogge. Secondo gli accertamenti svolti dal Corpo forestale, il terreno (un’area di 25mila metri quadrati), che si trova in località Fratte di Montefano, era stato utilizzato dal Comune, fino al 1979, come discarica: venivano gettati lì sia rifiuti urbani, che rifiuti speciali. Nel 1994 l’allora proprietario, l’aveva ceduto a Martinangeli, specificando, nell’atto di vendita, che era stato sede di una discarica di rifiuti che non era stata opportunamente bonificata e che dunque era di difficile coltivazione. Martinangeli però su quel terreno, secondo gli accertamenti svolti dal Corpo forestale, aveva iniziato la coltivazione di piselli. La procura di Macerata ha sequestrato l’area. Sui rifiuti trovati la procura ha affidato all’Arpam di svolgere accertamenti, non solo sui rifiuti, ma anche sui piselli che vi erano coltivati. Il proprietario è stato indagato per il rinvenimento della discarica, ritenuta abusiva dalla procura, sul terreno. L’imprenditore è assistito dall’avvocato Alessandra Sbacco.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X