Morto Luciano Cherri
Una vita per il calcio

MACERATA - E' stato direttore sportivo della Maceratese e noto arbitro. A stroncarlo un male incurabile. Aveva 67 anni. Domani (venerdì) il funerale nella chiesa di Santa Maria della Pace alle 14.30
- caricamento letture
L'ex ds della Maceratese Luciano Cherri morto a 67 anni

L’ex ds della Maceratese Luciano Cherri morto a 67 anni

di Marina Verdenelli

Prima arbitro poi direttore sportivo. Il mondo del calcio piange Luciano Cherri morto  stanotte all’età di 67 anni. Ex direttore sportivo della Maceratese era molto conosciuto in tutta la provincia e nei settori giovanili che seguiva con passione come la Robur e il Tolentino. Cherri è stato stroncato da una lunga malattia che non gli ha lasciato scampo. Se ne è andato a San Severino dove era ricoverato in una struttura sanitaria. Accanto a lui la moglie Mariella e il figlio Alessio, istruttore di tennis. Negli ultimi anni Cherri aiutava proprio il figlio nella scuola di tennis. Una scelta presa uscendo dal calcio dopo aver lasciato nel 2011 la direzione della Maceratese portata avanti in periodi diversi. Cherri nasce come arbitro, uno dei migliori che si sono formati a Macerata. Per anni nella serie C aveva poi deciso di dare le dimissioni quando in vista di una promozione nelle serie B e A che non arrivò scelse di voltare pagina. «Luciano era una persona di grande correttezza e grande dignità – lo ricorda Massimo Paci, ex presidente della Maceratese – ho lavorato al suo fianco quando era direttore conservando una profonda amicizia e ammirazione. Esistono poche persone così, che credono ancora nei valori e nei principi. E’ una grande perdita per il mondo sportivo. Luciano non si è mai lasciato condizionare dagli eventi ». La salma si trova a San Severino. Originario di Macerata, dove viveva con la sua famiglia, il funerale si terrà domani alle 14,30 nella chiesa di Santa Maria della Pace, a Macerata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X