La Macerata Nuoto resta a galla
e si trasferisce a Montecassiano

Siglato oggi l'accordo con il Centro Sportivo Live Energy. Da lunedì saranno definiti i dettagli. La società di nuoto agonistico si è vista costretta a cambiare "casa" dopo che il presidente Camilloni ha perso il bando di gara per la piscina Don Bosco
- caricamento letture
I giovani atelti della Macerata Nuoto  manifestano in piazza della Libertà

I giovani atelti della Macerata Nuoto manifestano in piazza della Libertà

Il gruppo del Macerata Nuoto

Alfredo Camilloni con il gruppo del Macerata Nuoto

di Carmen Russo

Siglato in pochi giorni l’accordo tra la Macerata Nuoto e il Centro Sportivo Live Energy di Montecassiano. Sarà lì che il nuoto agonistico maceratese, dopo aver abbandonato definitivamente i locali della piscina Don Bosco di proprietà del comune di Macerata, ha trovato una nuova casa. «Il presidente Alfredo Camilloni ci ha chiesto ospitalità e dopo pochi giorni di trattative abbiamo trovato un accordo», dice Pierluigi Principi, uno dei soci del Centro Sportivo Live Energy, una palestra a tutto tondo con uno spazio dedicato al nuoto, del quale si occupa proprio Principi.
Indeterminati ancora tutti i dettagli e i termini economici, ma la Macerata Nuoto rimane a galla. Dopo l’accordo mancato con la società di Fiuggi che ha vinto il bando per la gestione della piscina di viale Don Bosco, Alfredo Camilloni ha deciso di traslocare (leggi l’articolo) e spostarsi verso Montecassiano dove già è in attività una società di nuoto agonistico propria del Centro Sportivo Live Energy, «la Energy Splash, che annovera circa 120, 130 iscritti – spiega Principi – A questi adesso si dovrebbero aggiungere gli oltre 200 iscritti della Macerata Nuoto, con la quale abbiamo già pensato di fare una collaborazione. Cercheremo di far confluire alcuni ragazzi in uno stesso bacino di allenamento, decidendo poi come muoverci per il tesseramento. Il nostro obiettivo è stato innanzitutto dare la possibilità alla Macerata Nuoto di continuare a vivere e poi di fare nostre alcune delle loro attività che a noi mancava». L’accordo, “scoppiato all’improvviso” – secondo Principi – è stato sancito oggi, ma sarà a partire dal prossimo lunedì che verranno definiti tutti i punti: «Non abbiamo ancora deciso i dettagli sulla parte agonistica, il tesseramento e la parte economica dobbiamo ancora metterla sul piatto».
  Preferisce non commentare il trasferimento Alfredo Camilloni che ha trovato però uno spazio acqua per i suoi ragazzi nel Centro Sportivo Live Energy, dotato di due piscine, una semi-olimpionica e un’altra che si divide tra le attività dedicate ai bambini e quelle per il fitness acquatico.
Intanto a Macerata, ancora nessuna novità per il futuro della piscina Don Bosco.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X