Lutto nel mondo della lirica
E’ morto il tenore Maurizio Graziani

Originario di Macerata, da diversi anni viveva in provincia di Piacenza. Allo Sferisterio era stato protagonista negli anni '80 e in città aveva anche gestito un negozio di orologi in viale Trieste. Il ricordo di Giancarlo Travaglini
- caricamento letture

 

Maurizio Graziani

Maurizio Graziani

 

 

E’ morto ieri sera il noto tenore maceratese Maurizio Graziani. E’ stato stroncato da un malore mentre si trovava nella sua casa di Vicobarone di Ziano Piacentino. Aveva 60 anni.Originario di Macerata, da anni il cantante d’opera si era trasferito in Valtidone dove aveva fondato diverse realtà culturali con le quali organizzava importanti iniziative per diffondere la conoscenza del bel canto e mantenere viva la memoria del tenore piacentino Flaviano Labò, scomparso nel 1991. Ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Macerata, a scoprire il suo talento vocale fu don Fernando Morresi, direttore del coro Pueri Cantores. Nel 2010 l’Associazione Beniamino Gigli di Helsinki gli ha conferito il prestigioso premio intitolato al famosissimo tenore recanatese. 

A Macerata lascia tre figli. Allo Sferisterio era stato protagonista negli anni ’80 e in città aveva anche gestito un negozio di orologi in viale Trieste.

(redazione CM)

 

***

 

maurizio grazianiIL RICORDO  (di Maurizio Verdenelli) – C’erano tre ‘cose’ che legavano Maurizio Graziani al …Giappone: la sua indomita maceratesità (in città conservava gelosamente un alloggio in centro storico dove invitava gli amici per cene che lo vedevano formidabilmente ai fornelli), l’amicizia con il commerciante Giancarlo Travaglini e i cappelli -che quest’ultimo vende nello storico negozio di via Lauri. Tutto…riassunto in Makizo Nakagawa, direttore d’orchestra e celebre tenore. Del quale Graziani fu ospite, qualche anno fa, a Tokio. Appena lo vide e saputo della sua maceratesità, Nakagawa disse al collega italiano: “Io amo Macerata, la conosco da tempo perchè è lì che compro tutti i miei cappelli, da quando mi portarono da Milano a far acquisti da Travaglini”. Maurizio fu buon amico della famiglia Travaglini: serate e cene nei ristoranti del centro che cucinavano ‘gli gnocchetti alla Graziani’ secondo una ricetta elaborata dal tenore. “Una sera stemmo tutti a cena -ricorda Travaglini- con Graziani, il sindaco Meschini e il compianto Libero Paci. Cosa mangiammo? Naturalmente gli gnocchetti! L’ultima volta che l’ho visto? Quando venne a Macerata per la serata dei ‘tre tenori’ (c’era pure il carissimo Nazareno Antinori) alla Filarmonica, organizzata dal giornalista Fernando Pallocchini. Poco prima gli avevo venduto tutta la pelletteria della ‘cappelleria’, liquidando in pratica il settore, con uno stock colossale, o quasi… Addio, caro Maurizio: ci mancherai”.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X