Maceratese, l’incertezza societaria preoccupa tutti

Il passo indietro sul possibile inserimento di nuovi soci mette in difficoltà la Tardella
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Enrico Maria Scattolini

Enrico Maria Scattolini

di Enrico Maria Scattolini

LA DOTTORESSA TARDELLA avrà avuto le sue buone ragioni per rilasciare a Busiello dichiarazioni non dico pessimistiche (leggi l’articolo), ma indubbiamente d’incertezza riguardo all’effettiva possibilità del rafforzamento della struttura dirigenziale della Maceratese.

SAREBBE UN COLPO MICIDIALE per il futuro biancorosso, dato che sin qui le attese erano al contrario orientate verso una stagione di alto spessore.

RITORNO fra i professionisti, l’obiettivo. In un anno o due, l’unico dubbio.

CONFERMA PEPPE MAGI, il nuovo mister biancorosso.”Io so che la mia Maceratese deve far meglio degli anni scorsi. Per riuscirci, tenendo conto degli ultimi scores, è facile immaginare dove deve arrivare.” Leggi: vertice.

ANCHE SE LUI UFFICIALMENTE RESTA NEL VAGO, per scaramanzia. Però aggiunge: “Allenare la squadra biancorossa mi ha sempre affascinato; per questo ho lasciato Pesaro ed ho deciso di rischiare. Sai che io abito a non più di cinque minuti dal “Benelli”, pensa a quanta strada debbo fare in più. Tanto per cominciare”.

Maria Francesca Tardella, presidente della Maceratese

Maria Francesca Tardella, presidente della Maceratese

TROPPO BELLO QUINDI L’ORIZZONTE per sprofondare nello scoramento.

NELLA CONVINZIONE che per Mariella nostra, nel breve, troverà la soluzione ai propri problemi, dal momento che la volontà dei suoi partners sarebbe ormai acquisita. I nomi sono noti a tutti, anche se non ancora ufficializzati. Mancherebbe invece l’aiuto di chi deve sostituire i fatti alle promesse. E non si tratta di imprenditori.

LE RECENTI NOTIZIE DI RIPENSAMENTI PRESIDENZIALI, provenienti dai dintorni, dovrebbero scuotere chi ancora traccheggia. Canil intenzionato a lasciare Matelica nonostante il recente ritorno di fiamma della tifoseria, però troppo scontato per cancellare l’esito delle “amministrative”; Di Stefano che l’ha già fatto a Civitanova Marche; da ultimo (ma probabilmente …non ultimo) il passo indietro del pàtron della Fermana.

L'allenatore della Maceratese Giuseppe Magi

L’allenatore della Maceratese Giuseppe Magi

WARNING PER CHI DEVE INTENDERE: metà del prossimo campionato si giocherà su terreno…elettorale.

SQUADRA AMBIZIOSA resta dunque il target della Maceratese.

CHE CAMBIERA’ IN DIFESA, con l’arrivo di due atletici centrali. Il più probabile sarebbe Bertozzini della Correggese, approdata alla finale nazionale play-off della serie D. Affiancati dal riconfermato, per definizione, Benfatto. Questo significa che probabilmente se ne andrà Arcolai.

A ME PERSONALMENTE DISPIACEREBBE, per la stima e l’affetto che mi legano al capitano biancorosso di mille battaglie sui campi di mezz’Italia. Ma la scelta di gente avvezza al gioco aereo in area sembra ormai fatta. Pur se le recenti esperienze di Santini ed Aquino non sono state memorabili. Comunque molto dipenderà dalla richiesta economica di Arcolai, che già l’anno scorso ha accettato un sacrificio. Ora dovrebbe adattarsi al secondo. Se basta.

Il difensore della Maceratese Luca Arcolai

Il difensore della Maceratese Luca Arcolai

LA LINEA DEI TERZINI dovrebbe restare sostanzialmente quella dello scorso anno. Con Genny Russo promosso titolare, probabilmente al posto dell’omonimo Francesco, passato d’età. Consacrazione definitiva per Cervigni.

CON PERFETTI (anche per lui è nero su bianco) in grado, all’occorrenza, di dare una mano.

REPARTO COMPLETATO da un fuori quota in porta. Il destino dell’ambito Ferrara è ovviamente in mano al Trapani.

MA SARANNO CENTROCAMPO ED ATTACCO a consentire il salto di qualità.

IL PRIMO ILLUMINATO DALL’INGAGGIO di un calciatore di capacità inusitate per una serie come la D, pur se elevata di livello -nel contesto nazionale- dalla cancellazione della seconda divisione.

IL SECONDO RINVIGORITO da una punta dotata di genetica prolificità, con almeno quindici gol segnati a botta(stagione). Anche in tornei superiori.

L'attaccante della Maceratese Ambrosini

L’attaccante della Maceratese Ambrosini

DOVREBBE FAR COPPIA CON AMBROSINI. Prudentemente correggo in “potrebbe”, visto che l’ex dorico sembra attratto da altre destinazioni. Evidentemente più suggestive.

MA CON I SOLDI RISPARMIATI, non credo sia difficile sostituirlo adeguatamente. Con i tempi che corrono, per altro destinati a peggiorare quando diventeranno più stringenti.

INFINE I RAGAZZI. Almeno la metà doc, fra quelli domenicalmente utilizzati in campo o parcheggiati in panchina. Il diktat della Tardella è perentorio.

UN BELL’IMPEGNO per il nuovo direttore di Collevario (Cicarè) e per Gagliardini. Che ha la duplice funzione (e le professionalità) di responsabile del settore giovanile e di market maker.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X