Maceratese pronta col pallottoliere
Civitanovese a Termoli con sei assenti

SERIE D - I biancorossi ospitano il Bojano in una gara che si preannuncia a senso unico. Rossoblu in formazione rimaneggiata a caccia dell'impresa. Recanatese-Amiternina, i punti valgono doppio in chiave salvezza
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
L'allenatore della Civitanovese Gabbanini

L’allenatore della Civitanovese Gabbanini

di Andrea Busiello

Nove giornate al termine del campionato di serie D. Si entra in una fase particolarmente delicata della stagione. Matelica, Maceratese, Civitanovese e Recanatese hanno obiettivi diversi, tutti ancora da raggiungere. Per la Maceratese la sfida di domani all’Helvia Recina (ingresso gratuito) contro il Bojano (diretta live su Cronache Maceratesi dalle 14.15) sarà una pura formalità: la formazione molisana, ultima in classifica con due punti, schiera tutti ragazzini 18enni e ogni domenica viene sommersa di gol dall’avversario di turno. In settimana si era sparsa la voce che la squadra non sarebbe venuta a giocare a Macerata ma questa ipotesi nelle ultime ore sembra essere stata scongiurata. Sarà la prima partita in panchina per il nuovo corso targato Guido Di Fabio, tornato ad allenare la Maceratese al posto di Favo dopo l’esonero della terza giornata. Sfida ben più ardua attende la Civitanovese di mister Gabbanini, impegnata in casa del fortissimo Termoli: “I molisani sono la squadra che fino ad ora mi ha maggiormente impressionato – dice il tecnico rossoblu – Sono bravi e giocano bene, domani per noi sarà molto difficile, ma se vinceranno vi assicuro che avranno sofferto per farlo”. A questa delicata sfida la Civitanovese arriva senza Cervellini, Coccia, Forgione, Guermandi, Morbiducci e Squarcia. Il vantaggio sulla zona play out è di sei punti, in Molise raccogliere un punto significherebbe fare un altro passo significativo verso la salvezza. Recanatese-Amiternina è la classica partita che può valere una fetta di campionato: appaiate entrambe a quota 28 in piena zona play out, le due squadre sono chiamate a non sbagliare partita. I leopardiani di mister Amaolo arrivano a questo confronto con il vento in poppa per aver conquistato cinque punti nelle ultime tre partite. Per difendere il secondo posto dall’attacco del Termoli, il Matelica è chiamato ad una prova maiuscola in casa del Fano (leggi la presentazione).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X