Maceratese nella bufera,
tifosi ai ferri corti
con Romano e Favo

Il centrocampista ha mandato a quel paese i supporter a Città Sant'Angelo. Al ritorno a Macerata, duro confronto tra il mister e parte della tifoseria che ha chiesto più impegno e maggior attaccamento alla maglia
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Mister Favo della Maceratese

Mister Favo della Maceratese

di Andrea Busiello

La Maceratese non sta vivendo di certo un buon momento. Anzi, probabilmente sotto la gestione della presidente Tardella questo è il momento più difficile e complesso. Dopo il brutto pareggio in casa della Renato Curi Angolana (leggi l’articolo), la pazienza dei tifosi biancorossi è stata oltrepassata. Durante la gara contro la modesta formazione abruzzese penultima in classifica, i supporter di fede biancorossa hanno chiesto a gran voce, in maniera garbata, ai propri beniamini di dare qualcosa in più in mezzo al campo: la risposta di Alfredo Romano ha mandato su tutte le furie i fedelissimi. Il mediano napoletano ha mandato letteralmente a quel paese la tifoseria della Maceratese, invitando tutti a vedersi fuori dal campo per discutere di quanto accaduto. Anche Favo è stato preso di mira duramente dai tifosi, sempre pronti a seguire, incitare la squadra e macinare chilometri per la Maceratese. Il tecnico partenopeo è stato criticato duramente per il cambio Ambrosini-Perfetti.

Alfredo Romano

Alfredo Romano

A fine partita, i tifosi hanno aspettato Romano per un chiarimento ma il centrocampista non si è presentato e questo ha innervosito ancora di più l’ambiente. Ed al ritorno a Macerata, mister Favo ha avuto un battibecco molto colorito con alcuni tifosi biancorossi che hanno chiesto maggior impegno e rispetto per la maglia che viene indossata. C’è mancato poco che non volassero ceffoni. A questo punto, in settimana sono attese decisioni drastiche da parte della società per rimettere in sesto una stagione fin qui deludente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X