“Qui il mare Spacca”:
bagnini si incatenano per protesta

La manifestazione tra Porto Potenza e Porto Recanati. Nei prossimi giorni sono annunciate mareggiate e i titolari degli chalet temono nuovi danni
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Bagnini_incatenati_Porto_Recanati (1)

Il presidio dei bagnini questa mattina tra Porto Recanati e Porto Potenza

I bagnini si incatenano lungo la strada che porta ai loro chalet per protestare contro il mancato intervento della Regione per mettere in sicurezza le spiagge. Sta accadendo tra Porto Recanati e Porto Potenza, località colpite più volte dalle mareggiate che hanno danneggiato in passato significativamente gli chalet e la spiaggia. La scorsa settimana a causa del maltempo è crollata una casa e il mare si è portato via uno chalet (leggi l’articolo) e per i prossimi giorni si annunciano nuove mareggiate. A questo punto i bagnini, che già più volte avevano incontrato le istituzioni, hanno deciso di procedere con una manifestazione forte per ricordare le promesse di questi anni. «Presidente, qui il mare Spacca» è il messaggio che i bagnini hanno lanciato con uno striscione al governatore delle Marche.
Il consigliere regionale Enzo Marangoni esprime la sua solidarietà ai bagnini: «Condivido queste proteste e sono solidale con gli operatori balneari e con la popolazione. In questi anni la Regione ha continuato a sperperare tanti soldi con inutili ripascimenti. A nulla serve mettere sacchi di sabbia che la forza del mare del mare spazza via alla prima forte mareggiata. La regione attinga a fondi europei e nazionali per progetti che risolvano il problema in modo non effimero».

(a.p.)
Bagnini_incatenati_Porto_Recanati (2)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X