Agostinelli (M5S): “Quali meriti ha Lauro Costa?”

La deputata interviene sull'onorificenza consegnata all'ex presidente di Banca Marche. Alla Prefettura si sono rivolti per avere spiegazioni anche i dipendenti dell'istituto
- caricamento letture
La deputata del M5S Donatella Agostinelli

La deputata del M5S Donatella Agostinelli

Continua a far discutere il riconoscimento di cavaliere al merito che la Prefettura di Macerata ha consegnato nei giorni scorsi a Lauro Costa. Aldo Benfatto, segretario provinciale della Cgil aveva già manifestato il suo dissenso. Oggi interviene anche Donatella Agostinelli, parlamentare del Movimento 5 Stelle.

«Tre giorni fa – scrive –  il prefetto ed il vice-sindaco di Macerata, Federica Curzi, hanno conferito l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro a Lauro Costa, fino a qualche anno fa presidente e vicepresidente di Banca Marche. La consegna del prestigioso titolo è avvenuta, in pompa magna, in Prefettura. Scandalosa la motivazione del riconoscimento che sarebbe stato attribuito “… per meriti legati alla gestione della Banca”. Ma di quali meriti stiamo parlando? Per i lavoratori della Banca, le loro famiglie ed i risparmiatori al danno si è aggiunta la beffa. Come è noto, infatti, Banca Marche è in gravissima crisi proprio a causa delle scelte scellerate e della mala gestio del suo management. L’istituto ha accumulato passività per più di 800 milioni di euro e, per questo, è stato commissariato dalla Banca d’Italia. Attualmente è in corso un’inchiesta della magistratura con una quindicina di indagati (ex manager ed ex amministratori i cui nomi, per ora, non sono ancora stati resi noti) per reati che vanno dal falso in bilancio alle false comunicazioni ed infedeltà patrimoniale. Assurda dunque la scelta di nominare Cavaliere del Lavoro proprio Lauro Costa, ex presidente di Banca Marche: prima di conferire questa prestigiosa onorificenza ad una persona così coinvolta nella vicenda del commissariamento della Banca, sarebbe stato quanto meno opportuno attendere l’esito delle indagini penali in corso».

Alla Prefettura si sono rivolti anche i dipendenti di Banca Marche che hanno ironicamente ringraziato: «Tutti i 360 dipendenti che dal prossimo anno accederanno al fondo esuberi, gli altri 200 dichiarati in esubero, i ragazzi a tempo determinato che sono stati mandati a casa e tutti gli altri dipendenti ringraziano vivamente per il premio consegnato all’ex nostro presidente Lauro Costa»

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X