Macerata: in arrivo un altro inutile Consiglio comunale

Questi i temi che saranno affrontati: il completamento del marciapiede da via Bramante a via Pancalducci, l’adesione alla campagna regionale di regolamentazione dei servizi sociosanitari e applicazione dei livelli essenziali sociosanitari nelle Marche e la mozione sul convitto nazionale
- caricamento letture

consiglio-comunale-41-300x200

di Alessandra Pierini

Dopo una lunga pausa natalizia torna il consiglio comunale del Comune di Macerata. basta guardare il calendario dei lavori per rendersi conto che un cambiamento c’è stato:  l’assise cittadina nel 2013 non si riunirà più ogni 15 giorni ma ogni tre settimane con un notevole risparmio anche di costi. Considerando che dallo scorso consiglio comunale (leggi l’articolo) è passato più di un mese, che i problemi della città sono molti e vengono quotidianamente evidenziati dai cittadini e che la prossima occasione per affrontarli con il Consiglio sarà l’11 febbraio, ci si aspetterebbe una seduta densa e un ordine del giorno scandito da temi importanti.

Ora non che esistano questioni più o meno importanti e ogni esigenza, singola o collettiva ha la sua dignità ma i primi argomenti trattati nel 2013 dal Consiglio del Comune di Macerata che si riunirà martedì 22 gennaio alle 16 saranno il completamento del marciapiede da via Bramante a via Pancalducci  (interpellanza presentata dal consigliere Ivano Tacconi dell’Udc),  l’adesione alla campagna regionale di regolamentazione dei servizi sociosanitari e applicazione dei livelli essenziali sociosanitari nelle Marche (ordine del giorno sottoposto dai consiglieri Pierpaolo Tartabini della Sinistra per Maceratae Antonio Carlini di Pensare Macerata) e per finire la mozione riguardante il convitto nazionale presentata dalla consigliera Deborah Pantana (Pdl).

Di programmazione non vi è traccia, nè delle grandi questioni che Macerata merita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X