Micozzi: “Il successo della Manzi
non esclude la verifica”

PRIMARIE PD - Il segretario del partito commenta la vittoria del vice sindaco di Macerata che annuncia le sue dimissioni in caso di elezione (quasi certa). I ringraziamenti del recanatese Marinelli: "Vittoria sfiorata"
- caricamento letture
Irene Manzi ha vinto le primarie

Irene Manzi ha vinto le primarie

 

di Alessandra Pierini

Il vice sindaco Irene Manzi ha vinto le primarie del Pd  (leggi l’articolo), sarà in lista alle prossime elezioni del 24 e 25 febbraio e ha le idee chiare sul futuro: «Fino allo svolgimento delle elezioni resterò in carica anche d’accordo con il sindaco Carancini e continuerò a svolgere le mie funzioni. Una volta terminato il turno elettorale, se  fossi eletta – sottolinea con un po’ di scaramanzia – mi dimetterei  anche perchè non ritengo opportuno tenere due in carichi, in primis per la città che merita di avere un amministratore esclusivo».
Commenta la vittoria di Irene Manzi anche il segretario maceratese del partito Paolo Micozzi che risponde anche alle critiche mosse dal leader di Pensare Macerata Massimiliano Bianchini (leggi l’articolo):

«Trascorsi ormai alcuni giorni dalla celebrazione delle primarie di domenica scorsa 30 dicembre 2012 credo sia possibile fare qualche riflessione più serena al riguardo.
Il numero degli elettori, circa il 30% di coloro che hanno votato nelle precedenti tornate di fine novembre-inizio dicembre, è certamente in linea con il dato nazionale e se si tiene conto che si è votato nel bel mezzo delle festività natalizie e di fine anno credo di poter affermare che si sia trattato di un buon successo che premia la scelta che il Partito Democratico ha deciso di darsi, e cioè quella di utilizzare il metodo delle primarie ai vari livelli elettorali, così come riportato anche nel documento programmatico che ha sostenuto la mia candidatura a segretario cittadino del PD.

Paolo Micozzi

Paolo Micozzi

Il successo riportato da Irene Manzi è la testimonianza della credibilità che l’elettorato ripone nel Partito Democratico come guida per il futuro Governo del Paese e ci rallegra ancor più il fatto che un rappresentante del PD di Macerata potrà rappresentarci in Parlamento.
Io credo che la riuscita di Irene, oltre che dovuta alle sue indiscusse qualità, sia merito di tutto il Partito Democratico che, pur espressione di sensibilità diverse, riesce comunque a trovare una sintesi unitaria come avvenuto nel caso di specie. D’altro canto va sottolineato anche il brillante risultato ottenuto dalla maceratese Alessia Scoccianti, che pur giovanissima ha ottenuto un grande consenso che l’ha portata al terzo posto in ordine di preferenze.
Anche la signora Angelica Judith Jolay ha portato il suo contributo e anche a lei, come del resto a tutti gli altri candidati, va il ringraziamento per il lavoro svolto e per disponibilità data.
Chiusa la parentesi delle primarie resta tuttavia da completare la verifica che, iniziata all’indomani della mia elezione a segretario, è stata affrontata senza frettolosi salti nel vuoto ma con coerenza e rispetto dei tempi. L’impegno che il PD ha preso nel corso dell’ultimo direttivo va portato a compimento e questa è una priorità perché l’amministrazione cittadina possa ben governare la città nel solco di una tradizione di centrosinistra che necessita di progettualità per il futuro perché “questa nostra stagione appare per il seminare la più favorevole” (De Gasperi, Aquisgrana 24 settembre 1952)».

L'assessore Andrea Marinelli

L’assessore Andrea Marinelli

Il Gruppo Recanati per Andrea Marinelli, invece, ringrazia i tantissimi nella Provincia di Macerata che hanno votato per l’Assessore alle Culture ed alla Pubblica Istruzione.
«Le quasi duemila preferenze – si legge in una nota –  permetteranno ad Andrea di entrare nella lista degli eleggibili alla Camera dei Deputati.
Certo resta una punta di amarezza per la vittoria sfiorata, ma il secondo posto consentirà comunque al nostro candidato di giocarsi le proprie possibilità di essere eletto alla prossima tornata elettorale di Febbraio. Si tratta comunque di un grandissimo risultato. Andrea è arrivato primo tra gli uomini, sfidando un regolamento che favoriva indiscutibilmente le candidature femminili ed è stato il più votato nel maggior numero dei Comuni della Provincia.  Segno inequivocabile di una città e di un Partito, quello recanatese, che sono tornati a recitare un ruolo predominante nel panorama politico provinciale e regionale».
Grande soddisfazione anche da parte del nostro Assessore che dichiara:
«Ringrazio tutti per il grande ed ampio sostegno ricevuto. Mi sono commosso nel vedere tanti amici e compagni impegnarsi a fondo per aiutarmi. Il risultato recanatese è addirittura straordinario e tutta la mia riconoscenza va alla nostra sezione locale del Partito e a tutti gli iscritti che in questa competizione elettorale hanno rappresentato il vero valore aggiunto».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =