“Tolentino, una città per le auto”

I consiglieri Carla Domizi e Paolo Ruggeri di Voce alla Città criticano le scelte dell'Amministrazione riguardo piste ciclabili, Ztl e parcheggi
- caricamento letture
tolentino-piazza

Tolentino

Da Carla Domizi e Paolo Ruggeri di Movimento Voce alla Città riceviamo: 

«Il Sindaco Pezzanesi e la sua Giunta hanno una predilezione per le auto. Hanno iniziato con la cancellazione delle piste ciclabili, poi hanno esteso ad un’ora tutte le soste a disco orario ed ora proseguono con nuove riduzione delle zone a traffico limitato con transito e parcheggio consentiti in piazza San Nicola e Piazza Mauruzi. Prossima mossa : stalli per il parcheggio anche in piazza della Libertà ? ( come quaranta anni fa ! ) Tutto questo è cambiamento o progresso? per noi è solo peggioramento e arretratezza.

Da diverse parti si rileva come la crisi economica e l’aumento esorbitante del prezzo dei carburanti hanno determinato l’incremento dell’uso del trasporto pubblico, la diminuzione dei transiti autostradali e dei consumi di carburante, l’incremento degli spostamenti a piedi o in bicicletta ma a Tolentino sembra che si viva in un altro mondo .
Si vuol far credere che per migliorare la qualità della vita e contenere l’inquinamento ambientale si debbano allontanare le piste ciclabili dal centro cittadino “delocalizzandole” a percorsi per il tempo libero, che però non è dato sapere quando e come saranno completati, ci si illude che per sostenere la ripresa economica e commerciale si debba incentivare l’uso dell’automobile allungando indistintamente la sosta a disco orario, restringendo le zone a traffico limitato e riaprendo indiscriminatamente al traffico ed alla sosta Piazza San Nicola e Piazza Mauruzi . Questa Amministrazione che lamenta in ogni occasione le ristrettezze di bilancio non ritiene uno spreco consentire la sosta in Piazza San Nicola solo recentemente restaurata con costosi materiali di pregio ? Noi contestiamo decisamente questi sciagurati provvedimenti .
Non riusciamo proprio a comprendere come queste scelte riescano a “contemperare l’obiettivo di migliorare la qualità di vita della cittadinanza e la sicurezza nonché diminuire l’impatto del traffico veicolare sul patrimonio ambientale e culturale della porzione del centro storico”, così come si legge nelle delibere di Giunta. Noi crediamo che la qualità della vita si migliora creando nuovi ambiti per le relazioni umane, favorendo la mobilità sostenibile, incoraggiando famiglie e persone a rivivere il centro storico senza l’incubo delle auto e dello smog e promuovendo gli spostamenti in bici o a piedi in piena sicurezza su percorsi adeguati e dedicati anche nelle aree immediatamente a ridosso del centro».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X