“Tutelare l’incolumità degli atleti
non è sciacallaggio”

ECCELLENZA - Dopo il gravissimo infortunio patito da Arcolai ad Urbania, il massimo dirigente della Maceratese Tardella ribadisce la sua posizione: "Non ci interessano i tre punti a tavolino. Vogliamo solo che vengano rispettate le regole"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
tardella-4-300x242

Il presidente della Maceratese Maria Francesca Tardella

di Andrea Busiello

In seguito al brutto infortunio patito dal difensore della Maceratese Luca Arcolai ad Urbania (leggi l’articolo), il presidente della Maceratese Maria Francesca Tardella ribadisce la sua posizione: “Voglio che sia ben chiaro che la posizione della Maceratese è quella di tutelare chi và in campo e non certo di chiedere la vittoria a tavolino. Quello che è successo domenica ad Urbania è qualcosa di incredibile, non è possibile che le regole non vengano rispettate; se il regolamento dice che la squadra di casa deve fornire il medico, questa cosa va rispettata. Anche perchè noi in casa abbiamo sia il medico che l’ambulanza”. Il numero uno della formazione biancorossa non le manda a dire anche nei confronti della società dell’Urbania: “Mi dispiace sottolineare che nessun dirigente dell’Urbania si è fatto sentire sulle condizioni di Luca (Arcolai, ndr). Io credo che la salute dei giocatori venga prima di tutto”. La formazione biancorossa è in attesa del verdetto del giudice sportivo che verosimilmente dovrebbe comminare una cospicua multa alla formazione di casa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X